1827 Greco Brut

Letture: 397

DI MARZO
Uva: greco
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: metodo classico

Le bollicine stanno risolvendo bei problemi di cassa in giro: si può dire che è l’unico segmento del mercato in continua irresistibile ascesa, la domanda è davero inesauribile e rincorre praticamente tutti i prodotti. Oggi segnaliamo questo prodotto della storica azienda Di Marzo a Tufo, praticamente la prima ad essere ufficialmente registrata alla Camera di Commercio come riporta la data di questo spumante metodo classico alla sua prima uscita. Certamente, essendo le cantine di Tufo specializzate da sempre in Greco, è questo il vitigno utilizzato, probabilmente quello che si presta abbastanza bene a questa lavorazione come dimostrano i precedenti di Struzziero e dei Feudi di San Gregorio. Naturalmente quando si bevono questi prodotti bisogna avere mentalmente come punto di riferimento non tanto gli Champagne, ma il prodotto tranquillo di base per godere le bollicine. Questo 1827 voluto da Filippo Di Marzo è dotato di buona freschezza agrumata che si impone da subito ai soliti odori di crosta di pane, ha buona struttura ed è sicuramente un prodotto gradevole se bevuto senza impegno, per rinfrescarsi d’estate, magari in barca. Il perlage non ha eccessiva finezza ma è persistente e la bottiglia si beve tutta. Voilà.

Sede a Tufo, via Gaetano Di Marzo 17
Tel. 0825.998022
Enologo: Maurizio Baldi
Bottiglie prodotte: 150.000
Ettari: 30 di proprietà
Vitigni: greco di Tufo, aglianico