2016: nuovo sito, 3 milioni di visite (+10,4%) e due di utenti unici (+13,3%). Roma raggiunge Napoli

Letture: 2060
visite 2016
visite 2016

Stavolta facciamo, come sempre in beata solitudine perché nessuno esce allo scoperto con i dati in Italia (forse per continuare a raccontare balle agli sponsor), non il bilancio di sei mesi ma di sette. Un chiusura prefestiva perché da ieri abbiamo anche la nuova grafica del sito pensata da Claudio Simeone che ci segue dal 2004 che lo ha reso più moderno, fruibile e divertente con aggiustamenti in corso d’opera.

Il sito nel mondo
Il sito nel mondo

Sarebbero mille le curiosità di Google Analitics, tra cui il fatto che ormai gli accessi dal cellulare hanno superato il 60%, a noi piacciono come sempre quelle geografiche. Siamo letti in tutto il mondo con incrementi significativi negli Usa, in Germania, Svizzera, Gran Bretagna.

Il sito in Italia
Il sito in Italia

In Italia siamo ormai seguiti su tutto il territorio nazionale. In particolare il dato incredibile è che siamo diventati un sito romano grazie all’impegno di tanti che badano bene di stare fuori dai circoletti viziosi della pacca sulla spalla, mentre registriamo un lieve calo a Milano, secondo noi legato al fatto che lo scorso anno c’era l’Expo.

Napoli Milano Roma
Napoli Milano Roma

Come vedete siamo letti in tutte le regioni, pur avendo mantenuto ben salde le radici sull’asse Roma-Sud, ma con un occhio non provinciale o campanilistico. Nel mondo globale parlare di territorio è modernità. Il nostro modello è il Mattino dei grandi direttori Roberto Ciuni e Pasquale Nonno che riuscivano a porre in modo leggibile temi di prossimità traducendoli in questioni nazionali. Oppure, di converso, la Stampa di Torino, quotidiano di respiro nazionale con solide radici piemontesi. Questo perché amiamo misurarci con la realtà anche se nei prossimi mesi sono in arrivo alcuni bei progetti di cui avremo modo di parlare.

Ma quello che ci riempe di soddisfazione è il boom di visite a Cerignola

Dove performiamo (si dice così?) all’84% senza aver mai dedicato un post in questi sette mesi.

Cerignola 2016
Cerignola 2016

Il motivo? Un tale Tomacelli che clicca compulsivamente sul nostro sito
images

Un commento

  • Francesco Mondelli

    (29 luglio 2016 - 14:36)

    Ad maiora.Parafrasando Riccardo(Cotarella)rimani sempre il megafono dell’enogastronomia del centro sud:si può essere grandi borbonici anche occupandosi di cibo e vino.PS.Per la concorrenza ricordati di Dante:non ti curar di loro ma guarda e passa.Un abbraccio da FM.

I commenti sono chiusi.