6 luglio Arezzo, Radici di Toscana

Letture: 202
 ROOTS Toscana
ROOTS Toscana

6 Luglio 2016 parte la I edizione del Summer Camp Cooking Contest

Radici di Toscana – Roots of Tuscany

Santa Maria a Pigli Arezzo

In un contesto di intatta e straordinaria bellezza, il bosco secolare sopra Arezzo, Santa Maria a Pigli, lo scorso anno si è svolto un evento che abbiamo ricordato a lungo: la presentazione di una nuova linea di specialità gastronomiche “Radici di Toscana – Roots of Tuscany”. Gli artefici sono stati David Rossi e Roberto Burroni, già titolari di una precedente attività a marchio Toscobosco, una società di successo specializzata nella selezione di tartufi e creazione di specialità gastronomiche a base di essenze naturali della terra, soprattutto tra gli chef più noti al mondo. La scusa era quella di presentare la nuova linea pensata selezionando i migliori tuberi e radici dei boschi.  Gli ospiti furono scelti tra alcuni giornalisti, importatori, distributori e clienti d’Europa che arrivarono al calar del sole con un’ impareggiabile vista sulla Val di Chiana e a monte il bosco. All’imbrunire partì uno spettacolo “Son et lumière” che rievocò con toccante emozione i momenti cruciali del secondo conflitto mondiale che anche qui portò morte e distruzione. La famiglia di David Rossi fu direttamente colpita da questa tragedia: era il 29 giugno del 1944 quando, a seguito dell’eccidio di Civitella in Val di Chiana, dove persero la vita tutti gli uomini del paese, oltre 400, la nonna di Roberto, Gemma, per salvare quanti più ragazzi adolescenti possibile, scappò nei boschi dove li nascose e li nutrì per oltre due settimane. Da questa vicenda vera nacque l’idea di tramutare in positivo un’esperienza angosciante.

Una serata così emozionale non volevamo non riviverla ma abbiamo pensato che il vero divertimento, per un cuoco, è “sporcarsi le mani”, dunque anche quest’anno siamo tornati a Santa Maria a Pigli dove ci godremo la natura e la vista sin dal primo  pomeriggio, tanto che qui si svolgerà la prima edizione del Summer Camp Cooking Contest. Un evento ideato da Lorenza Vitali per portare anche in Italia la formula dei contest outdoor (che tanto successo hanno nei paesi scandinavi e in America) basato sulla creatività istintiva e sulla cucina primordiale. Gli chef dovranno improvvisare la loro ricetta facendo la “spesa” al mercato che sarà allestito nella radura, cucinando senza elettricità e attrezzature speciali,utilizzando solo le braci. La novità è che, al contrario di quanto in genere fatto all’estero, qui la carne è bandita a favore principalmente dei vegetali e in particolare delle radici, fresche o scelte dalla linea Roots, che gli chef troveranno insieme anche ad altre verdure, frutta, erbe selvatiche e aromatiche, ecc..

Tra le numerose richieste arrivate (il contest è a numero chiuso) abbiamo selezionato chef giovani ma che sono già ben noti alla stampa specializzata come (in ordine alfabetico):

Alessandro Cannata del Moma di Roma, Damiano Donati del Punto Officina del Gusto di Lucca, Daniele D’Alberto del BR1 di Montesilvano Colle, Christian Manduria del Geranio di Chieri, Davide Del Duca di Osteria Fernanda di Roma, Fabiana (Faby) Scarica di Villa Chiara a Vico Equense, Federico Delmonte di Chinappi a Roma, Francesco Palumbo di Tenuta Esdra di Cassino, Luca Mastromattei del Pescion a Pescara, Marcello Tiboni della Locanda Walser in Val Formazza, Marco Claroni dell’Osteria dell’Orologio di Fiumicino, Mariano Guardianelli di Abocar a Rimini, Riccardo Cappelli del Pellicano di Porto Ercole, Silvia Moro del Moro di Montagnana, Stefano Di Gennaro del Quintessenza di Trani.  Un livello che sarà quindi molto alto già in questa prima edizione. Luigi Cremona, noto giornalista, sarà alla guida di una giuria composta da chef stellati e altri colleghi specializzati che assegneranno i vari premi. Primo premio assoluto: 2000 euro messi a disposizione da Roots. Nel corso del pomeriggio che precede la gara è previsto un incontro coordinato da David Rossi, ideatore e creatore della linea Roots of Tuscany, con esponenti ed esperti del mondo “Foraging” e delle risorse naturali sul tema delle radici e sulle erbe selvatiche. Al termine del contest, gran conclusione con alcuni piatti cucinati in diretta sotto le stelle da due celebrity chef invitati per l’occasione dei quali vi sveleremo presto l’identità.

Appuntamento alle ore 15,00 per gli chef in gara e gli appassionati che vogliono seguire la lezione e l’avvio di gara, alle 18,00 per gli altri.

Partner della serata:

•         I vini di Tenimenti Luigi D’Alessandro di Cortona e lo Champagne De La Motte,

•         La pasta del Pastificio dei Campi

•         My Vision di Daniele Di Francesco, gli allestimenti floreali di Liudmila Musatova , la grafica di MB Artwork di Marco Balò, il website di “Città in Internet”

•         I bartender dell’AIBES di Arezzo e i sommelier, coordinati da Emanuele Gallorini,

•         La “Marco Fara Events” per la splendida location di Santa Maria a Pigli e il catering

“Il Preludio”.

Info : officinegourmet @gmail.com 3398789602