Acini Spargoli Primitivo di Manduria Dop 2011 | Voto 89/100, winner a Radici del Sud

Letture: 497
Acini Spargoli Primitivo di Manduria Dop 2011 Antico Palmento
Acini Spargoli Primitivo di Manduria Dop 2011 Antico Palmento

Antico Palmento
Uva: primitivo
Fascia di prezzo: 24,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Vista 5/5 – Naso 27/30 – Palato 27/30 – Non omologazione 30/35

Una delle tante cose che amo della Puglia è la capacità di tante piccole aziende artigianali, condotte da persone estremamente qualificate, di produrre vini territoriali con un alto profilo qualitativo.

L’Antico Palmento rappresenta proprio una di queste aziende minimaliste di appena due ettari vitati di proprietà e pochi altri in conduzione ed è situata nel famoso areale di Manduria.Il proprietario porta sulle spalle un nome celebre e stimano in tutta la Puglia di origini irpine, quello dei Garofano. Nel caso specifico si tratta di Bruno, fratello minore di Severino che tanto ha contribuito alla riscoperta ed alla valorizzazione dei vitigni e dei vini apuliani.

Bruno, come il fratello, dopo quasi quarant’anni di collaborazione e di consulenze enologiche ha deciso di mettersi in proprio. Con l’aiuto dei figli Mariangela, Paolo e Gabriele ha messo su un’attrezzata e moderna Cantina e coltiva soltanto il locale primitivo ad alberello, col quale produce due sole etichette: Acini Spargoli Primitivo di Manduria Dop e La Dolce Vite Primitivo di Manduria Docg Dolce Naturale.

Controetichetta Acini Spargoli  Primitivo di Manduria Dop 2011 Antico Palmento
Controetichetta Acini Spargoli Primitivo di Manduria Dop 2011 Antico Palmento

Il primo vino con il millesimo 2011 ha ricevuto la piena consacrazione all’ultima edizione di Radici del Sud, ottenendo una prestigiosa vittoria decretata dalla giuria nazionale.

Acciaio, legno piccolo e vetro per la maturazione e quindici i gradi alcolici. Bicchiere tinto da un colore rubino concentrato, ma splendente. Profilo aromatico oltremodo intrigante e variegato, per via di intensi profumi di frutta rossa, di spiccata florealità e poi ancora soffi balsamici ed un tessuto piacevolmente speziato. Ma è nel calice che si nota la differenza, perché il vino coniuga l’elevata alcolicità insieme ad una trama tannica solo leggermente graffiante con un appeal acidodo che controbilancia il tutto. Non è un vino pesante e potente come siamo abituati a considerare il Primitivo di pianura, anzi rivela addirittura una certa eleganza. Allungo finale persistentemente godibile. Abbinamento sulla tradizionale cucina di terra pugliese. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Manduria (Ta) – Via Fabrizi, 20/a
Cell. 360 264707
lanticopalmento@yahoo.it www.cantineanticopalmento.com
Enologo: Bruno Garofano – Ettari vitati di proprietà:2
Bottiglie prodotte: 8.000 – Vitigno: primitivo