Aglianico del Sannio 2004

Letture: 43

VINICOLA FORNO

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Andrea Forno ha inziato l’attività nel 1940 anche se al figlio Franceso si deve la fondazione della Casa Vinicola Forno nel 1983. Sono, oggi, i nipoti del capostipoite, Andrea e Salvatore, impegnati a sviluppare l’attività di famiglia. Non amo i commercianti di vino che producono acquistando le uve eppure continuo ad assaggiarli, sempre e comunque, non potendone di certo ignorare la capacità produttiva, spesso dai numeri importanti, e la capacità di penetrazione dei mercati in grado di arrivare finanche, e non di rado, in quelli esteri. Ho provato i vini di questa azienda lo scorso Vinitaly senza trarne, però, indicazioni particolarmente stimolanti. Sicuramente le condizioni non ottimali in cui era avvenuto l’assaggio avevano contribuito ad amplificare questa impressione non del tutto positiva. Ho voluto, così, degustare con più calma e più di recente alcune loro etichette. Il giudizio sulla produzione non è cambiato di moltissmo anche se nel caso di questo rosso, sicuramente il vino aziendale più riuscito, ne ho ricavato una sensazione decisamente migliore. Nella sua fascia di prezzo questa etichetta può avere, pertanto, una sua valenza. Non tutti possono, infatti, spendere sempre cifre elevate soprattutto per un prodotto che abbia la sola pretesa di accompagnare il desinare quotidiano. Allora ecco un aglianico dai profumi intensamente speziati, non banali al punto di impreziosirsi di suggestioni minerali, con un profilo olfattivo in grado di offrire una certa dinamica, ripeto, per nulla scontata. In bocca, invece, rivela forse un’eccessiva morbidezza e rotondità se riportata al vitigno ma che può essere una chiave d’accesso nei confronti de consumatore meno smaliziato (soprattutto quello internazionale) che cerca anche nel vino immediatezza e semplicità. Da formaggi di media stagionatura, pasta al ragù e carne alla pizzaiola.

Questa scheda è di Fabio Cimmino

Sede a Poggiomarino, via San Francesco. Tel. 0818651883 fax 0818652960. Vitigni: fiano, greco, falanghina, coda di volpe, aglianico, piedirosso, trebbiano e montepulciano.