Aglianico del Taburno 2005 riserva riserva IL POGGIO | Voto 82/100

Letture: 167

Il Poggio

IL POGGIO
Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Vista: 5/5. Naso 25/30. Palato 26/30. Non omologazione: 26/35

Abbiamo sempre particolarmente apprezzato i bianchi di questa azienda torrecusana con pochi anni di storia alle spalle come bottiglia, anche se frutto di un percorso familiare di grande tradizione vitivinicola.

Carmine Fusco e suo fratello Marco hanno segnato nel corso di questi anni interessanti risultati con la falanghina vendemmia tardiva, con la grande tipicità della coda di volpe ed anche con un aglianico dall’ottimo rapporto qualità-prezzo nella versione ‘Mirabilis’. In questa occasione ci tocca parlare dell’etichetta di punta dell’azienda, l’aglianico riserva: annata 2005. Diciamo da subito che il prodotto ci ha convinto soprattutto per la freschezza del frutto che si avverte con pienezza nel calice. Parliamo dell’annata 2005 che ci ha già colpito qualche mese addietro in occasione della verticale di ‘Vigna cataratte’ di Fontanavecchia. Altro aspetto che va rimarcato è che questo calice ha convinto nel corso della degustazione alla cieca che l’associazione ‘Aglianico del Taburno’ ha organizzato la settimana scorsa. Una bellissima esperienza vissuta insieme a tutti i produttori che fanno parte del sodalizio (di Torrecuso, ma anche di Paupisi, Ponte, Foglianise e Montesarchio): in passerella il vitigno di eccellenza del territorio sia in versione base che in quella riserva, con annate tutte differenti. L’esperienza è stata interessante soprattutto per scrutare tra le tipicità di questo vitigno. E di tipicità ne è emersa veramente tanta, mostrando soprattutto una serietà dell’intero comparto produttivo che ha capito l’importanza di non farsi tentare da inutili scorciatoie, come quella di utilizzare merlot e cabernet per “levigare” l’irruenza dell’aglianico. La riserva de Il Poggio è di grande riconoscibilità al naso, con frutti rossi ancora belli vivi ed un sentore di dolcezza dovuta ad un legno mai invasivo (un dato che contraddistingue le diverse versioni invecchiate provate in degustazione, un altro punto positivo). In bocca il vino è di notevole struttura, di bella avvolgenza, mai spigoloso con un tannino elegante e soprattutto con una spinta di acidità che arricchisce in piacevolezza e fa sperare per ulteriore interessante evoluzione. Un rosso di grande abbinabilità: dai ragù tradizionali, alle grigliate ed ai formaggi pecorini stagionati.

Questa scheda è di Pasquale Carlo

Sede a Torrecuso. Via Defenze, 4 Tel. 0824 874068 www.ilpoggiovini.it Bottiglie prodotte: 130.000 di cui 14.000 di Aglianico Taburno Doc riserva 2005 .Prezzo: 8,50 euro Responsabile di produzione: Alessandro Mancini