Aglianico del Vulture 2007 doc Armando Martino, il bicchiere low cost |Voto 85/100

Letture: 203

Aglianico del Vulture 2007 Armando Martino

Vista: 5/5. Naso: 22/30. Palato: 25/30. Non Omologazione 33/35

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Ecco una bottiglia di Aglianico 2007 che mi può riconciliare con il millesimo caldo così osannatao da produttori e da tanta critica. C’è frutta? Esplosione al naso di rosso estivo?

Va bene, allora godiamoci questi sentori e, se c’è, la freschezza, con questo bicchiere molto semplice: si tratta del mitico Aglianico base dell’azienda storica di Armando Martino. Fermentazione e maturazione in acciaio, niente legno, gli anni necessari per evitare l’acidità scissa e voilà il gioco è fatto anche grazie all’annata esuberante.
Abbiamo così, per un vino venduto in azienda sui cinque euro, un Aglianico davvero fresco e gradevole, intensamente profumato di frutta rossa. Lungo, abbastanza fresco, sottofondo sapido, ideale per ogni tipo di abbinamento pasquale e per le grandi bicchierate di gruppo, soprattutto se legate alle ricette tradizionali della cucina meridionale.
Un bel comprare e un facile bere insomma per, come si diceva un tempo, un vino quotidiano.
Non c’è niente altro da aspettare, potete procedere tranquilli.

Sede a Rionero in Vulture, via La Vista 2 A. Tel. 0972.721422. www.martinovini.com. Ettari: 15 di proprietà. Bottiglie prodotte: 300.000. Uva: aglianico, greco, malvasia

5 commenti

  • Denny

    (18 aprile 2011 - 08:32)

    Davvero un ottimo prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo prodotto da un’azienda storica del Vulture.
    Prosit

  • Giuseppe Mennella

    (18 aprile 2011 - 13:35)

    vado fuori tema, e chiedo scusa in anticipo a Pignataro (che pero’ mi auguro risponda)

    saro’ nel Vulture per qualche giorno e’ mi sara’ concesso di visitare una sola cantina
    quale mi consigliate?

  • luciano pignataro

    (18 aprile 2011 - 14:34)

    Se non conosci nessuna la prima visita d’obbligo e da Paternoster che rappresenta la storia

    • Denny

      (18 aprile 2011 - 16:40)

      Quoto, sia la nuova, bellissima struttura seppur moderna alla spalle di Villa Rotondo (peccato non sia ristrutturata) sia quella vecchia del 1921 in centro a Barile con le antiche grotte

    • giuseppe mennella

      (18 aprile 2011 - 22:02)

      grazie per il consiglio … Paternoster segnato.

I commenti sono chiusi.