Altri descrittivi per il Condrieu Blanc 2006, M.Tardieu & D.Laurant

9/1/2017 638
Condrieu Blanc 2006
Condrieu Blanc 2006

di Marco Galetti

Quando, per la prima volta, ho bevuto questo bianco della Valle del Rodano, imbottigliato manualmente, chi con me condivise i calici e gli splendidi sotto immortalati spaghetti, mi fece notare con garbo il colore paglierino bello carico,  i sentori agrumati e floreali, l’estrema finezza, la mineralità e, soprattutto, la notevole e per me imprevista acidità che, cercò di spiegarmi, era tratto necessario che avrebbe dato valore aggiunto all’accoppiata vincente con lo spago.

In abbinamento al Condrieu Blanc 2006
In abbinamento al Condrieu Blanc 2006

Tardieu e Laurant, aggiunse, sono considerati tra i migliori al mondo, il vino, per quanto “particolare” come vedi è comunque equilibrato.
Eravamo a Varese, in un posto affascinante all’interno di un museo, assaggiai piatti azzardati e altri vini, lui, conoscendo la mia passione per le bollicine, non mi fece mancare allora, come in seguito, almeno un paio di calici di Champagne,  non ci capii molto, né di vini, né di piatti, soprattutto non riuscii a percepire cosa intendesse per perfetto abbinamento tra piatto e relativo ed appropriato calice, però mi incuriosii, aumentò la passione, studiai, continuo probabilmente a non capirci granché, eppure, la cosa più importante l’ho capita subito, il vino è condivisione, le impressioni di Settembre o di qualsiasi altro mese, hanno valore aggiunto se puoi raccontarle a qualcuno e goderne insieme, questo e non altro è il perfetto abbinamento.

Un commento

    100Cento

    (9 gennaio 2017 - 15:33)

    approvo senza riserve il concetto di condivisione…..
    preferisco sempre abbinare un cibo al vino che viceversa…
    100Cento

I commenti sono chiusi.