Angelo Primo 2009 Nero di Troia Puglia Igt | Voto 85/100, winner a Radici del Sud

Letture: 425
Angelo Primo Nero di Troia Puglia Igt 2009 Cantine Paradiso

Cantine Paradiso

Uva: Nero di Troia

Fascia di prezzo: 18,00 – 20,00 euro in enoteca

Fermentazione e maturazione: Acciaio e legno

Vista 5/5 – Naso 25/30 – Palato 25/30 – Non omologazione: 30/35

 

Parafrasando l’incipit del De bello Gallico di Giulio Cesare, si può affermare che il territorio enoico pugliese sul versante autoctonamente rossista è diviso in “tres partes”: orientativamente con il Nero di Troia al nord, il Primitivo al centro e il Negroamaro al sud. Negli ultimi tempi sempre più spesso si pone all’attenzione dei consumatori e degli esperti Il Nero di Troia come vino di qualità superiore.

Le Cantine Paradiso di Cerignola, nel Foggiano, prendono il nome dal suo fondatore Angelo Paradiso, che ha iniziato nel 1950, e che adesso sono rette dal suo giovane omonimo. Angelo junior ha saputo continuare magnificamente il percorso tracciato dal suo avo, facendo diventare le Cantine Paradiso una delle più grosse realtà della Capitanata.

E il fiore all’occhiello di quest’azienda è rappresentato proprio dalla produzione del Genius loci dauno, ovvero il diomedeo ed antico vitigno del Nero di Troia, in modo particolare dall’etichetta Angelo Primo Nero di Troia Puglia Igt, dedicata al capostipite. Il millesimo 2009 ha saputo favorevolmente impressionare la giuria nazionale alla recente rassegna di Radici del Sud conquistando il primo posto assoluto nella propria tipologia.

Dopo la fermentazione, il vino transita per due mesi in serbatoi di acciaio e poi sosta per quattordici mesi in barriques di rovere francese. Viene elevato poi per ulteriori quattro mesi in bottiglia, prima di essere messo in commercio. La gradazione alcolica è di 14° C.

Cromatismo luccicante e intensamente rubineggiante. Al naso il vino sprigiona un bouquet espansivo e totalizzante, permeato in primis da parvenze fruttate di ciliegia, di prugna e di mora e poi prosegue con contorni di liquirizia e di spezie orienteggianti, come la noce moscata ed i chiodi di garofano, e/o accenni balsamici di resina. In bocca colpisce per la trama tannica fitta e vigorosa, la rigogliosa freschezza, la tattile e vellutata sensazione fruttata. Vino morbido, elegante, austero, corposo e rotondo, Chiusura su toni lievemente amaricanti e persistenti. Da abbinare a lasagne, a spiedini di capretto, arrosto di maiale e formaggi stagionati. Prosit!

 

Questa scheda è di Enrico Malgi

Cantine Paradiso – Via Manfredonia, 39 – Cerignola (Fg)

Tel. 0885 428720 – Fax 0885 428594

info@cantineparadiso.itamministrazione@cantineparadiso.it

Enologo: Vincenzo Baldari

Ettari vitati: 16

Bottiglie prodotte: 140.000

Vitigni: Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia, Malvasia nera, Bombino bianco, Trebbiano e Fiano.