Aquara, Cilento. Pane e Tentazioni

Letture: 70

Via Aldo Moro
Tel. 0828.962044

Aquara è veramente un bel posticino ricco di storia e cultura nel cuore degli Alburni in provincia di Salerno. Pensate, questa cittadina ha origini antichissime, fu fondata dai greci e nel corso della sua esistenza ci sono passati gli Etruschi, i Lucani, i Sanniti, i Romani, i Goti, i Bizantini, i Longobardi, i Saraceni ed infine i Normanni. Tornando a noi, anche se all’entrata della cittadina si legge ben visibile la scritta “Aquara, il paese dell’olio e del vino”, noi siamo stati qua per parlare di pane, alimento indispensabile per la nostra tavola e per la nostra cultura. La nostra meta è stata il panificio “Pane e Tentazioni”, situato appena fuori il paese in un luogo dove la natura la fa da padrona.

A gestire il posto, dal 1998, la signora Angela Sorgente che ha voluto continuare una vecchia passione e tradizione di famiglia. Per circa 50 anni il panificio, chiamato Sorgente, era stato al centro del paese ed era condotto da sua zia Olimpia Volpe. Ora, completamente a carattere familiare, vengono prodotti in media circa 150 kg di pane al giorno venduto nel piccolo e grazioso punto vendita e in negozi e ristoranti nei comuni limitrofi. In un certo qual modo il pane di Angela fa quasi un itinerario che parte da Aquara, attraversa i comuni di Castel San Lorenzo, Roccadaspide e Capaccio, qui prende la S.S. 18 ed arriva fino al bivio di Santa Cecilia di Eboli, dove c’è “Ines Menduti”, un famoso punto vendita di prodotti tipici che fa anche delle “colazioni” alla gente di passaggio. Il pane di “Pane e Tentazioni” è ottenuto con farine selezionate di semola di grano duro con cottura a legna e nelle più svariate forme come la treccia, il ciabattone, il filone, le ciabattine e le tartarughe. Su richiesta si produce anche la pizza tipica paesana con pomodoro, olio d’oliva e formaggio di capra. Con i metodi artigianali di una volta vengono prodotti delle frese integrali o bianche, delle spaccatelle, dei crostini e dei biscotti integrali con farina di crusca che sono l’ideale per preparare la buona, antica e tradizionale “acqua-sale”. Per il “Pane” possiamo chiudere qua, ora passiamo alle “Tentazioni”.

 Cosa sono? Micidiali per chi è a dieta, perché uno tira l’altro e sono di una bontà unica. Grazie all’esperienza e al sapere di mamma Rosetta, Angela ha imparato a produrre una lunga serie di biscottini dolci, proprio come si facevano una volta. Troviamo i mostaccioli con miele di Aquara, la pastella antica, i morsellini da latte (che mi hanno ricordato la mia infanzia), i napoletani con le mandorle e le favorite che sono dei gustosi biscottini da farcire con la marmellata.

Per “tentare” ancora, Angela sforna tanti prodotti da colazione come cornetti, sfogliatelle, dolci al cioccolato, alle mele. Nei periodi di festa troviamo gli struffoli e le “nocche” a Natale, le chiacchiere a carnevale, la pizza “chiena” e la pastiera a Pasqua. Non finisce qua, per chi si sposa “Pane e Tentazioni” prepara i tradizionali cartocci proprio come quelli che si preparavano in casa. Beh, se andate ad Aquara per un giro culturale non potete fare a meno di fare una visitina ad Angela.

Diodato Buonora