Arancina siciliana al cioccolato

Letture: 556

Dopo le versioni salate siciliana e napoletana, abbiamo chiesto allo chef Marcello Valentino di proporre ai nostri lettori quella classica dell’arancina al cioccolato nella speranza di rilanciare questo antico dolce tradizionale. Che aspettate a rifarla? Da bere vi propondo il Vecchio Samperi di Marco De Bartoli

Arancina siciliana al cioccolato

di Marcello Valentino
Qualche piccola indicazione.
La storia racconta che, a Palermo, specialmente negli anni ’40, si realizzavano solo quelle al cioccolato.
Dopo qualche decennio, si pensò di prepararle alla carne e successivamente, anche al prosciutto e mozzarella.
Naturalmente, io ho voluto impreziosire questa ricetta… perché, all’antica, si lessava semplicemente il riso, si farciva col cioccolato fondente e dopo averla fritta nello strutto, si passava nello zucchero semolato.r
Arancina al cioccolato
Ingredienti per 4 persone
320 gr. di riso violone nano
4 cubi da 50 gr. c.u. di cioccolato fondente
100 gr. di zucchero semolato
500 gr. di pangrattato
500 gr. di farina 00
acqua naturale q.b.
1 lt. di olio di semi di arachidi
2 cucchiai di burro
un pizzico di sale

Fumetto di cannella

750 ml. di acqua naturale
50 gr. di zucchero al velo vanigliato
1 stecca di cannella
1 scorzetta di limone non trattator
Procedimento del fumetto di cannella
In un tegamino versare l’acqua, la cannella, la scorzetta di limone, lo zucchero al velo vanigliato, far cuocere per 15 minuti circa e lasciare in caldo.

Procedimento dell’arancina al cioccolato

In una padella antiaderente, tostare il riso con il burro, e iniziare a sfumare con il fumetto preparato in precedenza.
Aggiungere lo zucchero semolato e continuare a girare lentamente con un cucchiaio di legno e, terminata la cottura, lasciare intiepidire. In un secondo tempo, formare delle sfere, simili ad un’arancia e farcirle con i cubetti di cioccolato.
Procurarsi una ciotola molto capiente, dove creerete una miscela a base di acqua e farina (fino ad ottenere una consistenza molto cremosa e liscia) e passarvi le arancine, immergendole del tutto. Successivamente, passarle anche sul pantrito e cuocerle in olio.
Prima di consumarle, passarle in abbondante zucchero semolato.