Arcella di Montefredane, Pasticceria Peccati di Gola

Letture: 424
da sx, Davide Aquino e la presidente-chioccia della Pro-loco, Elvira Micco

di Lello Tornatore

Chissà come c'è arrivata qui in Irpinia, e precisamente a Montefredane, ” la mela Sciampagna”…Si tratta di un clone della Renetta-Champagne, una varietà di mele coltivata, ovviamente, in Francia. La pro-loco di Montefredane sta portando avanti uno studio per individuarne le origini e catalogarne le caratteristiche organolettiche. Ma intanto che la pro-loco studia, Davide Aquino insieme alla fidanzata Iole Spiniello, nell'ambito del loro progetto di pasticceria, mettono al centro delle loro sperimentazioni l'antica cultivar del  territorio. Nasce così la “torta ricotta e mela sciampagna”.

Torta ricotta e mela sciampagna

Parliamo di due giovanissimi, le loro età sommate, non arrivano a 50 anni!!!  Davide, ancora fresco di diploma presso la scuola alberghiera di Avellino con specializzazione in pasticceria, nel 2007 va a “farsi le ossa” in Sardegna, presso l'Hotel  Pitrizza un 5 stelle di Porto Cervo in Costa Smeralda, agli ordini dell' exsecutive chef Luciano Porta. Dopo due anni altre significative esperienze in zona, Pasticcerie Urciuoli di Atripalda e Cesinali, e Dulcis in Furno della famiglia Capaldo di Atripalda. Finalmente arriva il momento di concretizzare il proprio sogno aprendo un laboratorio a Montefredane, dove ” è nato, cresciuto e pasciuto”.  E qui, vuoi per la simpatia che sprizzano da tutti i pori, vuoi per le indubbie capacità professionali, Davide e Iole sono subito presi a benvolere dalla comunità del posto.  Dopo i primi momenti di difficoltà iniziale, ora, nonostante la crisi, viaggiano a gonfie vele. La loro attenzione, oltre che sulla mela sciampagna, si focalizza anche sulle nocciole, altro prodotto che a Montefredane  è di casa.

biscottini alla nocciola

Naturalmente anche per le nocciole, prediligono le varietà locali, quali la Mortarella e la S. Giovanni, che trovano organoletticamente molto più adatte al settore pasticceria, rispetto alle altre cultivar più conosciute.

Tiramisù alla nocciola mortarella

Nel loro carniere di produzione troviamo quindi i famosi biscottini alle nocciole, i mostaccioli nocciola e cioccolata, ed un fantastico gelato alla nocciola, di cui il Pigna ne sa qualcosa ;-))

In primo piano gelato alla nocciola e dietro sorbetto al Fiano di Avellino

Non poteva mancare, però, qualcosa realizzata con il prodotto principe di Montefredane: il Fiano. Infatti, realizzano già un ottimo sorbetto al fiano, ma hanno in fase di studio la realizzazione di alcuni biscotti particolari ed anche un semifreddo a base del prezioso vino. Nonostante la giovane età, sono già scafati e quindi alla mia domanda su quale fiano utilizzano, mi rispondono…quelli di Montefredane, sono tutti  buoni!!! ;-) E sono buoni si, lo abbiamo certificato nella nostra ultima iniziativa del Montefredane Fiano festival, tanto buoni che gli anziani del paese raccontano che il nome alla mela sciampagna deriva proprio dal fatto che molto tempo addietro, in una casa di contadini del posto, essendo stato inavvertitamente versato un po' di Fiano su una mela che era lì sul tavolo (giuro, non ce l'avevo messa io), nell'addentare questa mela, il padrone di casa, vignaiolo, pare fosse un uomo grande e grosso e con accento francese (già avete capito…), disse: ” Ma che colove bvillante e che sapove intenso che ha questa mela, mi sembva pvopvio uno Champagne!!! ” E ci voleva comunque… il Fiano di Avellino !!! ;-))
Pasticceria Peccati di Gola

Via S. Lucia, 34 Arcella di Montefredane

Avellino    Mobile 347 0009265