Un commento

  • Mondelli Francesco

    (11 dicembre 2015 - 11:54)

    Grande Giovanna.Solo la tua determinazione poteva portare in tavola qualche cosa di diverso che rappresentasse per davvero il Cilento più autentico.Personalmente sento sempre più spesso un bisogno fisiologico di fichi noci castagne erbe selvatiche e cereali autentici.Non me ne voglia nessuno ed il gran capo non mi scomunichi,ma non si può vivere solo di pizza carne e pesce:viva i piatti poveri di una volta che ora possono permettersi solo i (ricchi)di fantasia nella ricerca gastronomica.Buon Natale da FM.

I commenti sono chiusi.