Asprinio d’Aversa 2004 doc Brut

Letture: 64

GROTTA DEL SOLE

Uva: asprinio
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: metodo charmat

L’asprinio conferma la sua vocazione alla spumantizzazione e davvero non riusciamo a capire perché non si è diffusa l’abitudine di berlo per accompagnare l’aperitivo al bar o un pasto leggero. Sono ormai quindici anni che Grotta del Sole lo propone e dobbiamo dire che l’esperienza si vede tutta nel bicchiere: al naso forti sentori di cedro e arancio, il perlage è abbastanza fine e persistente, in bocca è molto fresco, diottima struttura, abbastanza cremoso, con un finale secco deciso, lungo, che lascia il palato ripulito. Sarebbe necessaria una forte promozione sul territorio regionale per invogliare il consumo, sinora confinato alla ristretta cerchia dei veri intenditori. Lo abbiniamo su tutti i crudi di pesce e di carne, sul sauté di frutti di mare, suseppie e calamari grigliati e insalatina di polipi.

Sede a Quarto. Via Spinelli, 1. Tel.081.8762566, fax 081.8769470. www.grottadelsole.it. Enologo: Gennaro Martusciello. Ettari: 15 di proprietà. Bottiglie prodotte: 900.000. Vitigni: falanghina, greco, asprinio, fiano, coda di volpe, caprettone, aglianico, piedirosso, sciascinoso, castagnara, surbegna, suppezza, S. Antonino, sauca.