Asylia 2005 Melissa doc |Voto 90/100

Letture: 139
Asylia 2005 Melissa doc

Uva: greco
Fascia di prezzo: nd
Fermentazione e maturazione: acciaio

Voto 5/5. Naso 26/30. Palato 28/30. Non Omologazione 31/35.

Quando ti capitano queste cose capisci come il potenziale vitivinicolo del Sud si esprima ancora molto a di sotto delle proprie potenzialità. Sapete che ho l’abitudine di conservare anche bottiglie base e, di fatto, sono quelle che ti regalano le più grandi soddisfazioni. Il Melissa di Nicodemo era in cantina da anni, dimenticato e anche un po’ sballottato.
Mi piace passare il pomeriggio di Natale a bere vini bianchi vecchi davanti al camino. Per me stare fermo a casa è la vera vacanza. Così, dopo il solito giro in cantina e la verifica che il Greco di Tufo, a differenza del Fiano, non è una matematica certezza nel tempo, prendo questa bottiglia che in partenza era sui 5 euro franco cantina iva esclusa. Insomma, roba di massimo 10 in enoteca e 15 al ristorante.
La apro e dal tappo si capisce che è andata bene: è semplicemente perfetto ed è ancora quasi tutto asciutto.
Lo scaraffo come forma di rispetto, con i bianchi vecchi lo faccio più spesso che con i rossi e vedo questo giallo oro brillante che mi conforta, ormai l’unico dubbio è se ci sarà sapidità a farmelo bere.
E in effetti dopo un naso popputo ed esuberante di frutta gialla, conserva di arancia, sentori speziati, la beva è semplicemente perfetta, meravigliosa. Ricca ma elegante, veloce, con una chiusa gradevole e senza stucchevolezze. Insomma, un gran bel bianco che mi ha fatto compagnia con il crepitio del legno bruciato dal fuoco in sottofondo.
Potente la freschezza, praticamente inesauribile, che spinge dunque a bere di continuo sino a terminare la bottiglia con piacere.
Bella sorpresa e promessa di una Santa Barbara bianca piena di munizioni che ancora in pochi hanno deciso di usare.

 

Sede a Cirò Marina, Contrada San Gennaro. Tel. 0962.31518, fax 0962.370542. Sito: www.librandi.it. Enologo: Donato Lanati. Ettari: 350 di proprietà. Bottiglie prodotte: 2.800.000. Vitigni: mantonico, greco, pecorello, chardonnay, sauvignon, gaglioppo, magliocco, cabernet sauvignon.