Atene, ristorante Kuzina: piatti moderni affacciati sul Partenone

25/7/2017 1.2 MILA
Kuzina, Atene
Kuzina, Atene

di Virginia Di Falco

Monastiraki (piccolo monastero) è una delle piazze del centro storico di Atene che dà anche il nome al quartiere più frequentato dai turisti per i tanti negozi di souvenir ma anche per i caratteristici ristorantini affiancati lungo la strada di Adriano.
Ormai solo pochi di questi hanno stile e struttura tipiche delle taverne di una volta. Anche quelli che insistono su piatti tradizionali e immagine folk sono in realtà piccole ma floride imprese turistiche che macinano ogni sera numeri impressionanti.
La maggior parte di questi ristoranti nel corso degli anni ha rimodernato arredi ed ambienti, con un’attenzione al design e alla comunicazione. In estate ovviamente la strada di Adriano si trasforma in una distesa di tavoli all’aperto con tende e ombrelloni, quasi tutti con uno o più cantanti in servizio permanente effettivo.

Atene, uno scorcio di Monastiraki
Atene, uno scorcio di Monastiraki

Già da qualche anno, tra i (pochi) ristoranti di nuova impostazione per cucina e lista dei vini ad Atene, la guida Michelin segnala Kuzina, locale molto frequentato aperto dalle 13 fino a mezzanotte, conosciuto anche per i suoi cocktail e per la splendida terrazza con vista sull’Acropoli.

Kuzina, il banco del bar
Kuzina, il banco del bar

Un grande banco bar all’ingresso con i vini e gli alcolici (ma dove, volendo si può anche mangiare qualcosa); una sala aperta sulla cucina a vista, con tanto di chef’s table, e degli ambienti al piano di sopra dove si organizzano eventi e mostre d’arte ma dove, soprattutto, si fa la fila per un posto sulla terrazza che guarda alla collina del Partenone.

Kuzina, uno dei tavoli
Kuzina, uno dei tavoli

Arredo molto moderno, colori chiari, lampadari di design e mise en place minimale. Non ci sono molti fronzoli neppure nel servizio: giovane, motivato, professionale e soprattutto informale.

Kuzina, la sala
Kuzina, la sala

La carta dei vini guarda con convinzione e metodo alla Grecia, entrando nel dettaglio dei vitigni e propone anche una discreta scelta al bicchiere. Il pane (panini morbidi) con farina mista e semi proviene dal forno del ristorante e viene servito tiepido, con il benvenuto dell’olio profumato all’origano e olive nere.

Kuzina, pane, olio e olive
Kuzina, pane, olio e olive

Il menu si concentra – come da tradizione – sugli appetizer, i famosi mezes, qui ovviamente re-interpretati, e che sono anche la parte più convincente della proposta di Kuzina. Seguono una lista di insalate e una decina di piatti principali (pasta, risotto, carne e pesce) e una piccola lista di dessert.

Kuzina, dumplings
Kuzina, dumplings

Una impostazione di cucina moderna, lineare, che non va oltre il (secolare) seminato classico per quanto riguarda i prodotti e persino la maggior parte degli abbinamenti. Ma che con nuove tecniche di cottura e un piglio contemporaneo nell’alleggerire vecchie ricette e presentazione dei piatti offre nel complesso una esperienza piacevole.
Corposi e saporiti – anche se forse un po’ asciutti all’interno – i dumpling (una sorta di gnocco di pane) farciti con una mousse di feta e serviti con pistacchi, pomodorini secchi, olive e salsa di melograna.

Kuzina, polpette di zucchini
Kuzina, polpette di zucchini

Gustose e delicate, dalla frittura leggera e senza eccesso di olio, le polpette di zucchini e formaggio, con salsa allo yogurt, delicatamente profumate di menta e aneto.
Molto meno indovinato il risotto (un riso, in realtà) con zucca, mais e uvetta passita: il pur abbondante formaggio di capra grattugiato e a scaglie che lo ricopre non riesce a smorzarne l’eccessiva dolcezza. E il chicco di riso si perde completamente tra gli altri ingredienti.

Kuzina, risotto alla zucca
Kuzina, risotto alla zucca

Piatto della serata, il carpaccio di anguilla affumicata con crema di melanzane affumicate, a ricordare la classica melitzanosalata. Certo, per gli appassionati del genere, il doppio fumè dei due ingredienti principali stuzzica il palato segnando un goal a porta vuota. Ma le carni del pesce sono belle sode e nel complesso il boccone è davvero appagante.

Kuzina, anguilla
Kuzina, anguilla

Si chiude con due dessert ben eseguiti ma dimenticabili (più in generale è la pasticceria greca a non distinguersi per varietà e originalità): una crema al limone con macedonia di frutta e un semifreddo al cioccolato con croccante e caramello.

Kuzina, crema di limone e frutta
Kuzina, crema di limone e frutta

In conclusione, un ristorante da consigliare se avete voglia di fare una pausa dalla cucina tradizionale delle taverne ateniesi, un posto dove si sta bene grazie ad un ambiente piacevole e una cucina moderna pur senza guizzi particolari. Conto medio sui 50 euro.

Kuzina, cioccolato al latte e caramello
Kuzina, cioccolato al latte e caramello

KUZINA
Adrianou 9 (Monastiraki)
Tel. +30 21 0324 0133
Aperto tutti i giorni dalle 13:00 a mezzanotte.
www.kuzina.gr

Un commento

    Monica

    (25 luglio 2017 - 19:09)

    Bella questa Grecia moderna, alternativa alla solita moussaka. Voglio assolutamente imparare a fare quelle polpette di zucchine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *