Il babà del Vesuvio sottovuoto in vetro di Alfonso Pepe: se 36 ore di lievitazione vi sembran poche:-)

Letture: 496
Alfonso Pepe con il suo babà sotto vetro (foto M. S. Dedu)

Del suo panettone hanno detto tutti: da un piccolo paesino tra Salerno e Napoli uno dei prodotti da forno più famosi d’Italia. Ma, soprattutto, un laboratorio di idee, dove Alfonso Pepe con la sua famiglia e i suoi collaboratori non smette mai di provare e sperimentare.
Una tecnica sopraffina per migliorare i prodotti della tradizione, trasformarli in eccellenze da esportare non trascurando nessuno dei tesori della terra vesuviana, dalle albicococche ai pomodorini del piennolo.

La confezione del babà di Alfonso Pepe

E proprio al Vesuvio ha dedicato la sua ultima fatica: il babà sotto vetro. Il babà da esportazione.
Ha giocato ancora una volta con un pezzo da novanta della pasticceria napoletana. E, dunque, mondiale: nientemeno che il babà. Restituendo in qualche modo a questo dolce tradizionale, fatto ancora nelle cucine di casa, con ricette spesso tramandate da nonne a nipoti, la sua dimensione originaria che è invece internazionale (sulla storia del babà il nostro post qui).

Cotto e conservato in un lungo barattolo di vetro, lievitazione lunghissima e naturale, una volta aperto (con un po’ di fatica forse, ma usando pazienza e delicatezza viene fuori senza danni) si presenta profumato e compatto. Una bagna all’arancia che sostituisce il classico rum, una alveolatura che quasi magicamente si distende dopo l’apertura, un equilibrio zuccherino notevole.

il babà sotto vetro di Pepe
il babà di pepe: l’alveolatura

Si può consumare subito, assoluto, oppure tagliarlo in grosse fette rotonde e accompagnarlo in questi giorni di festa con crema pasticcera e amarene – come detta la tradizione – oppure renderlo ancora più goloso con del semifreddo alle noci o nocciole o della cioccolata calda. La nota agrumata, non stucchevole, lo rende adatto infatti a molte farce o preparazioni.

Il babà di Pepe nel piatto, pronto da tagliare

E, soprattutto, un confezionamento così pratico ma accurato regala il piacere di spedire in giro per il mondo o portare sempre con sé un pezzo di Vesuvio.

 

Pasticceria Pepe
Via Nazionale 2-4
Sant’Egidio Monte Albino (SA)
Tel. 081.5154151
www.pasticceria-pepe.it

Un commento

  • sabino

    (5 aprile 2015 - 22:30)

    bbono, ma bbono parecchio !
    incredibile come un prodotto sottovuoto ed a lunga scadenza batta, di gran lunga, una gran quantità di prodotti freschi di pasticceria !

I commenti sono chiusi.