Barbaresco 2008, le migliori 14 bottiglie secondo Garantito Igp

Letture: 357
I Barbaresco durante la mega-degustazione (FotoPigna)

Puntuali come orologi svizzeri l’americano, il napoletano, i due toscani ed il pugliese (il romano è stato bloccato a letto da un’ influenza belluina) sono entrati alle 8.30 nella sede della Wellcom ad Alba accolti da Marinella Minetti e da un cartello che diceva “Apriamo i battenti ai giovani promettenti”.

Baci e abbracci di rito e poi ben 73 Barbaresco 2008 ci aspettavano a braccia aperte. Servizio più che inappuntabile grazie a due storici sommeliers albesi. Di seguito troverete i commenti dei quattro IGP (Roberto Giuliani potrà parlare a ragion veduta solo di degustazioni con sciroppi per la tosse) sui vini degustati. Prima dei commenti, la cosa che vi interesserà di più è l’elenco dei vini che noi IGP, dopo l’assaggio e lunga camera di consiglio, vi consigliamo (appunto!).
Questi sono i vini che noi IGP consigliamo, magari ce n’erano altri altrettanto buoni ma la caratteristica principale di questi vini 14 è quella di essere piaciuti a tutti, indistintamente. Ovviamente ognuno di noi pubblicherà più avanti la sua classifica personale che sarà sicuramente diversa: questi però sono i vini che sono piaciuti molto a tutti i Giovani Promettenti.

Pasquale Porcelli tra Mario Cristino detto Pin e Nereo Meriga (FotoPigna)

I vini sono elencati in ordine di servizio

Barbaresco 2008 Rocche Meruzzano Abrigo Orlando
Barbaresco 2008 Vallegrande Fratelli Grasso
Barbaresco 2008 Pajorè Rizzi
Barbaresco 2008 Torregiorgi
Barbaresco 2008 Pajè Boffa Carlo
Barbaresco 2008 Basarin Fratelli Giacosa
Barbaresco 2008 Martinenga marchesi di Gresy
Barbaresco 2008 Bric Balin Moccagatta
Barbaresco 2008 Basarin Moccagatta
Barbaresco 2008 Sorì Montaribaldi Montaribaldi
Barbaresco 2008 Palazzina Montaribaldi
Barbaresco 2008 Rio Sordo Musso
Barbaresco 2008 Roncaglie Poderi Colla
Barbaresco 2008 Ad Altiora Taliano Michele

Il Comune di Barbaresco esce a testa molto alta da quest’assaggio, Con Treiso a ruota, mentre devo notare come i vini di Neive non siano riusciti a convincerci, soprattutto per una forte alcolicità spesso sovrastante la gamma aromatica. Comunque questi 2008 ci sono sembrati veramente giovani, “quasi troppo”, sia al naso che in bocca. Avranno un ottimo futuro davanti, anche perché alcune tannicità avranno bisogno di essere smussate e solo il tempo aiuterà. Colori belli e non forzati come in passato e un uso molto più equilibrato del legno sono segnali che fanno piacere.

Abbiamo degustato: Carlo Macchi, Kyle Phillips, Luciano Pignataro, Pasquale Porcelli e Stefano Tesi

Questo articolo esce in contenporanea
www.winesurf.it
www.alta-fedeltà.info

L’elenco completo dei vini in degustazione

Comune Produttore

1

Nizza Monferrato Bersano Barbaresco DOCG Mantico

2

Vezza d’Alba Battaglio Barbaresco DOCG

3

La Morra Batasiolo Barbaresco DOCG

4

Nizza Monferrato Bonfante Barbaresco DOCG

5

Barolo Borgogno F.lli S&B Barbaresco DOCG

6

Vezza d’Alba Cantina del Nebbiolo di Vezza d’Alba Barbaresco DOCG

7

Govone Ceste Barbaresco DOCG

8

Canale Enrico Serafino Barbaresco DOCG

9

Fossano Gianolio Tommaso Barbaresco DOCG

10

Sinio Rivetto Barbaresco DOCG Cè Vanin

11

Novello San Silvestro cantine Barbaresco DOCG Magno

12

Castigione Falletto Sordo Giovanni Barbaresco DOCG

13

Barolo Terre da Vino Barbaresco DOCG La Casa in Collina

14

Alba Adriano Marco e Vittorio Barbaresco DOCG Sanadaive

15

Alba Manera F.lli Barbaresco DOCG

16

Alba Piazzo Barbaresco DOCG

17

Alba Piazzo Barbaresco DOCG Fratin

18

Alba Prunotto Barbaresco DCG

19

Treiso Abrigo Orlando Barbaresco DOCG Meruzzano Vigna Rongalio

20

Treiso Abrigo Orlando Barbaresco DOCG Montersino

20 bis

Treiso Abrigo Orlando Barbaresco DOCG Rocche Meruzzano

21

Treiso Grasso F.lli Barbaresco DOCG Vallegrande

22

Treiso Molino Az. Agr. Barbaresco DOCG Ausario

23

Treiso Molino Az. Agr. Barbaresco DOCG Teorema

24

Treiso Pelissero Giorgio Barbaresco DOCG

24 bis

Treiso Pio Cesare Barbaresco DOCG

24 tris

Treiso Pio Cesare Barbaresco DOCG Il Bricco

25

Treiso Rizzi Barbaresco DOCG Pajorè

26

Treiso Rizzi Barbaresco DOCG Nervo Fondetta

27

Neive Antichi Poderi dei Gallina Barbaresco DOCG Gallina – ‘l Ciaciaret

27 bis

Neive Elia Az. Agr. Barbaresco DOCG Na Giurnà

28

Neive Fontanabianca Barbaresco DOCG Bordini

29

Neive Fontanabianca Barbaresco DOCG Serraboella

30

Neive Francone Vigneti Barbaresco DOCG “I Patriarchi”

31

Neive Lequio Barbaresco DOCG Gallina

32

Neive Marchesi di Barolo Barbaresco DOC Serragrilli

33

Neive Musso Barbaresco DOCG Pora

34

Neive Negro Angelo barbaresco DOCG Cascinotta

35

Neive Negro Giuseppe Barbaresco DOCG Gallina

36

Neive Negro Giuseppe Barbaresco DOCG PianCavallo

37

Neive Oddero Poderi e Cantine Barbaresco DOCG Gallina

38

Neive Pelissero Pasquale Barbaresco DOCG bricco San Giuliano

39

Neive Punset Barbaresco DOCG Campoquadro

40

Neive Ressia Barbaresco DOCG Canova

41

Neive Rivetti Dante Barbaresco DOCG Bricc’Micca

42

Neive Scarpa Antica Casa Vinicola Barbaresco DOCG Tettineve

43

Neive Torregiorgi Barbaresco DOCG

44

Barbaresco Socrè Barbaresco DOCG

45

Barbaresco Adriano Marco e Vittorio Barbaresco DOCG Basarin

46

Barbaresco Boffa Carlo Barbaresco DOCG

47

Barbaresco Boffa Carlo Barbareso DOCG Pajè

48

Barbaresco Boffa Carlo Barbaresco DOCG Ovello

49

Barbaresco Cascina delle Rose Barbaresco DOCG Rio Sordo

50

Barbaresco Cascina delle Rose Barbaresco Tre Stelle

51

Barbaresco Ceretto Barbaresco DOCG Bricco Asili

52

Barbaresco Ceretto Barbaresco DOCG Bricco Asili Bernardot

53

Barbaresco Ceretto Barbaresco DOCG Asij

54

Barbaresco Cortese Giuseppe Barbaresco DOCG Rabajà

55

Barbaresco Giacosa F.lli Barbaresco DOCG Basarin

56

Barbaresco Giacosa F.lli Barbaresco DOCG Basarin Gian Matè

57

Barbaresco Marchesi di Gresy Barbaresco DOCG Martinenga

58

Barbaresco Moccagatta Barbaresco DOCG Bric Balin

59

Barbaresco Moccagatta Barbaresco DOCG Basarin

60

Barbaresco Moccagatta Barbaresco DOCG Cole

61

Barbaresco Moccagatta Barbaresco DOCG

62

Barbaresco Montaribaldi Barbaresco DOCG Sorì Montaribaldi

63

Barbaresco Montaribaldi Barbaresco DOCG Palazzina

64

Barbaresco Musso Barbaresco DOCG Rio Sordo

65

Barbaresco Poderi Colla Barbaresco DOCG Roncaglie

66

Barbaresco Produttori del Barbaresco Barbaresco DOCG

67

Barbaresco Punset Barbaresco DOCG Basarin

68

Barbaresco Rattalino Massimo Barbaresco DOCG Quarantadue

69

Barbaresco Rattalino Massimo Barbaresco DOCG Quarantatrè

70

Barbaresco Taliano Michele Barbaresco DOCG Ad Altiora


7 commenti

  • Giancarlo Maffi

    (18 ottobre 2011 - 10:52)

    Per l’anno non so ma per me martinenga, tutta la vita

  • gp

    (18 ottobre 2011 - 11:03)

    Sarebbe utile avere anche l’elenco completo dei vini assaggiati.
    Un dettaglio: tutto in mattinata, oppure anche nel pomeriggio? 73 Barbaresco sono tanti…

  • Luciano Pignataro

    (18 ottobre 2011 - 11:46)

    Non ci crederai, ma abbiamo iniziato alle 8,30 precise (nonostante Kyle) e finito alle 14,30 (colpa di Kyle).
    Hai ragione a chiedere l’elenco, lo pubblichiamo a breve.

  • Giancarlo Moschetti

    (18 ottobre 2011 - 12:17)

    Beati voi!

    • gp

      (18 ottobre 2011 - 14:52)

      Non ne sono convinto, 73 Barbaresco giovani in 6 ore mi sembra molto più lavoro, per giunta duro, che divertimento…

  • gp

    (18 ottobre 2011 - 14:54)

    Grazie per l’elenco.
    A un attento esame, risulta che i 14 Barbaresco 2008 apprezzati in modo unanime dai nostri quattro IGP sono distribuiti in modo molto preciso rispetto alle zone:
    – 18 vini di (aziende aventi sede nei) comuni diversi dai tre storici della Docg: 0 preferiti.
    – 11 vini da Treiso: 3 preferiti.
    – 18 vini da Neive: 1 preferito.
    – 27 vini da Barbaresco: 10 preferiti, di cui 3 tra i primi 14 e 7 tra gli ultimi 13.
    Totale: 14 preferiti su 74 vini (non 73, se l’elenco è giusto).
    La mia impressione è che possano avere influito alcuni fattori esterni, accentuando quelli qualitativi. Se i comuni di provenienza delle batterie di assaggio erano dichiarati, è possibile che dato il numero totale di vini così alto, qualcuno abbia scelto di concentrare le sue energie sulle batterie successive alla prima, quelle più territoriali (confesso che io avrei fatto così!), e tra queste di dare un credito particolare a quella sul comune eponimo, Barbaresco. Il numero crescente dei preferiti da tutti al procedere dell’assaggio di questo comune (che era l’ultimo) potrebbe essere stato influenzato da fattori tipo “sindrome di Stoccolma”, oppure dall’accresciuto allineamento del gruppo di assaggio ai suoi membri più resistenti…
    Insomma, probabilmente i risultati in condizioni diverse (per esempio un assaggio in due giorni, con batterie omogenee per comune ma non dichiarate) non sarebbero stati diversissimi: per esempio, non a caso il nome della Docg è “Barbaresco” e non “Neive” o “Treiso”, quindi il 10 a 4 a favore del primo comune ci può stare. Però magari non sarebbero stati proprio identici: per questo penso che sia consigliabile da parte di chi legge un minimo di “beneficio di inventario”, come d’altronde sempre in questi “concorsi di bellezza”.

  • luciano pignataro

    (18 ottobre 2011 - 15:30)

    Tutti gli elenchi vanno presi con il beneficio dell’inventario, dunque anche questo, ovvio.
    Ognuno aveva il suo, ma questi sono quelli che all’unanimità sono stati segnalati al termine della discussione: la provenienza geografica dei campioni è irrilevante, non c’è alcun motivo per cui avremmo dovuto preferire le bottiglie di un comune piuttosto che dell’altro. IL 2008, a ottobre 2010, ci si è presentato in questi termini, degustato alla cieca.
    Ci piacerebbe conoscere piuttosto anche i feedback di questa selezione, quelli che escono dal bicchiere.

I commenti sono chiusi.