Fornelli Polemici. Marchesi festeggia ma non invita Bonilli, il lider maximo s’incazza

Letture: 115
Gualtiero Marchesi

Marchesi ha scritto la storia della cucina italiana del secondo Novecento, ma non è mai riuscito a scrivere bene la cronaca.

Prima le guide italiche sempre un po’ recalcitranti nell’osannnarlo nella dose massiccia che lui avrebbe gradito.
Poi la polemica con la Michelin
Infine qualche gaffe in occasione del suo compleanno numero Ottanta, osannato e bicchierato come si deve sui media tradizionali. Un po’ meno in rete dove lui per la verità non ha mai goduto di grande simpatia.
Il Maestro non ha perso l’occasione per bacchettare il sistema delle guide sia parlando in tv con Licia Granello che nell’intervista rilasciata all’amico Gigi Padovani sulla Stampa.

Stefano Bonilli

Tra le altre, quella di essersi dimenticato di invitare il suo vecchio amico Stefano Bonilli, che gli aveva organizzato la festa a Roma per il numero 79 e che gli è sempre stato vicino.

Bonilli si è un po’ risentito e ha scritto questo post

Della serie: è vero, internet  mette in relazione sconosciuti con le stesse affinità elettive. Ma è anche capace di mettere barriere tra chi si conosce bene.
Io, al posto di Stefano, invece di fare un pezzo sul blog lo avrei telefonato direttamente e fatto una mezza chiavica:-))

Allora, riassumendo.
Bonilli ha sbagliato annata non aspettando l’uomo come si deve invece fare con un vino?
Marchesi è un irriconoscente (versione arrighiana)?
Entrambi invecchiano male?

8 commenti

  • giancarlo maffi

    (23 marzo 2010 - 12:40)

    a LA 7 la cosa piu’ grave è stato il via libera di marchesi al ministro delle cazzate zaia ed al panino di macd. poi non so se entrambi invecchiano male. forse bonilli gli ha fatto la festa dei 79 perche’ temeva che marchesi “sciopasse” prima dei fatidici ’80, ma questa non si puo’ dire, mè tantomeno scriverla. pero’ qualcuno ricordo che l’anno scorso se la pose , la domanda, in questi termini. marchesi è un irriconoscente sicuro, ma forse bonilli poteva, elegantemente, non scriverla. ma avrebbe vinto 3 a zero, e non ci sarebbe stata partita. invece cosi’ sta a due a uno, secondo me. insomma sembra un interista, lui milanista, che non vuole vincere a mani bassi. per chiudere il contenzioso suggerisco a marchesi di fare una bella festa a bonilli, per il prossimo anniversaire, e pareggiare i conti. pero’ , per dovere di obiettività, devo dire che la festa dell’anno scorso fu proprio bella ed essere ricevuto da Napolitano se bene ricordo fu merito di bonilli. e non era paglia. facciamo tre ad uno per bonilli e non se ne parli piu’.

  • Luigi Grimaldi

    (23 marzo 2010 - 13:31)

    Gentile luciano
    queste beghe hanno un po’ stancato. Possibile che uno scrive un post perché non è stato invitato? Preferisco il carciofo di Valicenti
    Non è snobismo

  • Fabio Spada

    (23 marzo 2010 - 14:22)

    Io invece non capisco. Perché uno dovrebbe avere un blog se non per scrivere le cose che gli interessano. Il successo e il seguito di un blog è dovuto a chi ci scrive e agli argomenti che sceglie. Non c’è un pubblico obbligato a seguirlo, rimane pur sempre una libera scelta. Chi preferirà argomenti e autori diversi, sceglierà un blog diverso.
    Questo nel rispetto delle persone cosa su cui Bonilli non ha fallato, c’è rimasto male, lo ha detto e non mi pare siano previsti sicari.

  • Miryam Lucci

    (23 marzo 2010 - 20:03)

    Perdonatemi, Marchesi sarà certamente poco incline a scatti di stile, ma Bonilli sul suo blog, mentre parla di tranquillità e pacatezza e stato d’animo rilassato si lascia andare a chiacchiere molto al di sotto delle sue possibilità. Un po’ banali, e se nasconsessero retroscena che non conosciamo?
    Parrebbe che alla fine invecchiano male… entrambi.

  • Maddalena Venuso

    (23 marzo 2010 - 23:36)

    Ti diverti, eh, Lucia’. Però, quante “frecciatine” volano nel cielo della gastronomia!

    • Luciano Pignataro

      (24 marzo 2010 - 07:17)

      Sì, mi diverto e davvero non riesco ancora a capire perché tutto è terribilmente liturgico e teso in questo settore.

  • Beniamino D'Agostino

    (23 marzo 2010 - 23:53)

    luciano me fai morì la “chiavica” è bellissima, in fondo hai ragione, ultimamente si parla anche con il vicino di casa via fb o blog, una sanissima telefonata ed un preistorico “Gualtiero, ma vaff……” avrebbe reso il giusto.
    C’è da dire che anche se uno mastica la tecnologia, nonostante gli anni, l’indurimento delle arterie si fa sentire per tutti.

  • cristiano

    (24 marzo 2010 - 13:10)

    Sì ma…. “lo avrei telefonato”? Ti ci metti anche tu a rovinare la ligua Italiana? Non basta la TV?

I commenti sono chiusi.