Blow extra brut di Villa Raiano

Letture: 39

Uva: fiano
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione: metodo classico

Blow extra brut di Villa Raiano

Apprezzo molto il lavoro dell’azienda irpina Villa Raiano per la tendenza e la capacità di mettersi in gioco di continuo, siamo a San Michele di Serino, terra di fiano, vino dal carattere volitivo e suadente, dai profumi intensi, sicuramente uno delle migliori espressioni vitivinicole campane. Questa azienda si avvale dell’alta collaborazione del professor Luigi Moio con risultati molto interessanti, di recente ha visto delle grandi novità come quella di inaugurare una nuova cantina, bellissima dal design moderno e raffinato e di realizzare uno spumante metodo classico da uve fiano, fortemente voluto da Simone Basso, responsabile di produzione, ritenendo le uve provenienti dalla bassa Valle del Sabato particolarmente adatte alla spumantizzazione, in quanto i terreni sciolti di questa zona conferiscono un’ acidità sferzante alle uve, caratteristica fondamentale nella produzione di bollicine.
Sono una estimatrice convinta delle bollicine, mi piace sorseggiarle a tutto pasto, oppure degustarle per un aperitivo e le trovo indispensabili per celebrare i momenti speciali, tritengo che infondano allegria e la loro freschezza è molto appagante al palato. Blow è un extra brut metodo classico da uve fiano in purezza, provenienti dai vigneti di San Michele di Serino, esposti a sud, a 400 metri, su terreno argilloso-calcareo con una resa per ettaro di 70 quintali, le uve vengono raccolte a mano anticipatamente nella seconda decade di settembre. Si presenta di un bel colore giallo paglierino brillante, ha perlage fine e persistente, al naso è fruttato su toni di ananas, litchi e scorza di cedro, delicatamente minerale, chiude sulle fragranze di pan brioche imburrato.
L’assaggio è piacevolmente fresco e sapido sulle note agrumate. Da bere a tutto pasto su cucina improntata sui prodotti del mare che tradizionalmente sono protagonisti nei menù delle feste natalizie partenopee o con baccalà fritto in pastella dorata, anch’esso immancabile caposaldo della vigilia di Natale. La leggiadria e la spensieratezza di queste bollicine musicalmente la abbinerei alla Tartina di Burro di Mozart.

Questa scheda è di Marina Alaimo

Sede in via Nocelleto, 28B-
Zona industriale in San Michele di Serino (AV)
Tel.0825.595663 Fax 0825.595361.
www.villaraiano.it
Ettari: 17 . Enologo: Luigi Moio.
Vitigni: greco di tufo, falanghina, fiano, aglianico