Breaking fat news. Logo fast food resta impresso nella testa dei ragazzi

Letture: 364
Logo fast food e cervello

di Tommaso Esposito

Il logo delle catene di fast food rimane cosi tenacemente impresso nel cervello dei ragazzi tanto da essere esso soltanto capace di attivare le aree cerebrali correlate alla gestione e all’appagamento dell’appetito.

Lo ha dimostrato  uno studio dell’ Università del Missouri-Kansas City, i cui risultati sono riportati dall’Independent.

Logo fast food e cervello

 

Durante le fasi della ricerca gli psicologi hanno mostrato a un gruppo di ragazzi tra i 10 e i 14 anni 60 loghi legati al cibo, fra cui quelli dei più famosi fast food, e 60 altrettanto noti ma di altri settori commerciali.

L’analisi della risonanza magnetica dell’encefalo dei soggetti studiati ha mostrato che i loghi legati al cibo e al fast food aumentano il flusso sanguigno intorno all’area cerebrale corrispondente alle ricompense e all’appetito.

Questo fenomeno non si è verificato con gli altri logo.

Logo fast food e cervello

“Il cervello dei bambini rimane ‘impregnato’ dai loghi . – commenta Amanda Bruce, l’autrice principale  della ricerca- E se non opponiamo processi inibitori per aiutarli a prendere decisioni responsabili e autonome sarà più probabile che facciano scelte poco salutari sul cibo”.

Logo fast food e cervello

Avanti con la dieta mediterranea, dunque.

 

Un commento

  • Luigi SAVINO

    (28 settembre 2012 - 14:42)

    Complimenti per questo importante articolo!
    Chi non associa gli spinaci all’immagine del cartone animato Braccio di ferro? Da quasi un secolo questo cartoon è il testimonial degli spinaci quali fonte di energia e di ferro. Brava Giulia: bisogna FORMARE i Genitori per sensibilizzare a limitare il cibo spazzatura!!!

I commenti sono chiusi.