Curiosità
3

Breaking news. Il formaggio fa male? Macché Provolone del Monaco Dop e Caciocavallo allungano la vita

23 novembre 2012

I formaggi campani stagionati allungano la vita

di Tommaso Esposito

Finalmente una buona e bella notizia: i formaggi a lunga stagionatura e  quelli blue erborinati fanno bene al fegato, abbassano la pressione,  prevengono infarto cardiaco e ictus cerebrale.

Giosuè De Simone Presidente del Consorzio Provolone Del Monaco Dop

Insomma il Provolone del Monaco e il Caciocavallo Podolico  fanno campare più a lungo.
E’ quanto emerso da una ricerca pubblicata su Medical Hypotheses.

Caciocavallo di Castelfranco in Miscano stagionato 18 mesi

I ricercatori  hanno preso in esame il cosiddetto “paradosso francese”  il fenomeno per il quale in Francia la mortalità per malattie cardiovascolari è fra le più basse al mondo nonostante l’elevato consumo di acidi grassi saturi contenuti anche nei formaggi.

Il provolone del Monaco Dop non è pronto prima di sei mesi di stagionatura

Naturalmente sono state prese in considerazione anche le altre variabili che riguardano i Francesi come la possibile protezione rappresentata dal vino rosso; il consumo di porzioni di cibi più contenute rispetto ad altre popolazioni nonché il minor numero di occasioni alimentari; la regolare pratica dell’ esercizio fisico; i più elevati consumi di frutta e verdura ricchi di flavonoidi, fitosteroli e fibra alimentare.
Nonostante ciò i ricercatori ipotizzano che il consumo di formaggio, alcune varietà in particolare, possa avere un ruolo significativo nella prevenzione delle malattie.

Caciocavallo di Castelfranco in Miscano stagionato 18 mesi al Kresios di Telese

Essi hanno studiato con particolare attenzione i peptidi bioattivi, che si liberano in seguito alla proteolisi cui vanno incontro le proteine del latte durante la maturazione del formaggio iniziata dai batteri e dalle muffe. Alcuni di questi peptidi bioattivi potrebbero avere un impatto sul sistema cardiovascolare con un’azione antitrombotica  e il potenziale effetto favorevole sulla pressione sanguigna. Sono stati studiati anche gli altri componenti presenti nel latte e nei suoi derivati compreso il sodio che potrebbe  invece avere un effetto opposto.

Caciocavallo di Castelfranco in Miscano stagionato 18 mesi al Kresios di Telese

In conclusione però gli studiosi hanno dimostrato che nel formaggio sono stati identificati alcuni peptidi bioattivi in grado di inibire l’enzima ACE e quindi hanno un possibile effetto antipertensivo come alcuni tra i farmaci più noti. Gli ace inibitori e i sartani.

Caciocavallo di Castelfranco in Miscano stagionato 18 mesi al Kresios di Telese

È stato suggerito che alcune di queste proprietà vantaggiose del formaggio appaiano durante il processo di maturazione: per esempio, in animali da laboratorio, il formaggio a lunga stagionatura si è rivelato avere un impatto più favorevole sulla tolleranza al glucosio, la steatosi epatica e lo stress ossidativo del tessuto adiposo rispetto a formaggi di stagionatura più breve.

Il blu du bufala campano

Altri vantaggi potrebbero presentare i formaggi erborinati e a crosta fiorita (come gorgonzola, roquefort, camembert) per la presenza di muffe che favoriscono la formazione di sostanze, come le andrastine A-D, inibitori della farnesil-transferasi, uno dei principali enzimi coinvolti nella sintesi del colesterolo.

Il Provolone del Monaco Dop stagionato nove mesi

3 Commenti a “Breaking news. Il formaggio fa male? Macché Provolone del Monaco Dop e Caciocavallo allungano la vita”

  1. milady scrive:

    che belle notizie!

  2. Lello Tornatore scrive:

    Grazie Tommaso, vado subito a prendermi la mia dose giornaliera…un bicchiere di Taurasi e uno spicchio di caciocavallo podolico!!! ;-))