Breaking News: in fiamme la pizzeria Sorbillo. Le indagini e il video

Letture: 224
La storica insegna con il pulcinella

Una bruttissima notizia: questa notte si è sviluppato un incendio al primo piano della pizzeria di Gino Sorbillo in via dei Tribunali. Il locale ha avuto seri danni

Conoscere Gino, sempre vitale e sorridente, e sentirlo stamane piangere a dirotto davvero mi ha spezzato il cuore: “Non so come sia potuto accadere, mi hanno avvertito nel cuore della notte, adesso la polizia sta facendo i rilievi. Ma la cosa che più mi distrugge è aver perso le foto di mia nonna Esterina e le immagini storiche. La pizzeria la posso ricostruire, quelle immagini che sono la storia della pizza a Napoli no”.

 

L'ingresso della pizzeria distrutto dalle fiamme

 

La notizia è stata resa nota dal commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli: “Questa notte c’ è stato un gravissimo incendio nella pizzeria Sorbillo ai Tribunali. Dalle 3 del mattino i Vigili del Fuoco sono stati impegnati a domare le fiamme. Non si sa ancora di che natura sia stato l’ incendio. E’ certo però che i danni sono notevoli e che per ora il locale non potrà riaprire. Noi riteniamo che questo episodio non sia casuale ed invitiamo le autorità preposte ad indagare con estrema attenzione e rapidità. Per questo abbiamo parlato già con il Questore di Napoli che ci ha assicurato che sta seguendo personalmente il caso. Se dietro questo episodio c’ è la criminalità vogliamo giustizia per uno dei luoghi simbolo di Napoli e meta di cittadini e turisti da tutto il mondo. Sorbillo rappresenta il meglio della nostra città e della nostra cultura in un quartiere difficile che ha anche aiutato a riqualificare e merita il pieno sostegno della città e delle istituzioni”. 

 

Gino al lavoro pochi minuti fa

 

“Già sono pronti fabbri, elettricisti e pittori per entrare in azione non appena i lavori della Scientifica saranno terminati. Purtroppo la  pizzeria- spiega Gino – resterà chiusa per almeno quattro o cinque giorni. Ma tornerà più bella di prima. Io non mi arrendo”.

Secondo le prime verifiche fatte non confermate ufficialmente, sembra che a provocare l’incendio sia stato un guasto elettrico. Questa notizia nulla toglie alla gravità dell’accaduto, ma almeno contribuisce a rasserenare alcune paure che sempre sono legate a questi episodi.

I dubbi comunque restano, spostando i detriti è emersa questa strana traccia che lo stesso Gino ci ha mandato:

 

La strana tracciaemersa dopo la rimozione dei detriti

 

Del resto lo stesso Gino ci ha dichiarato: “mai ricevuto alcuna richiesta o minaccia, nonostante il mio continuo impegno pubblico a favore della legalità. Qui nel quartiere la situazione è ormai tranquilla da anni”.

 

L'interno della pizzeria e il lavoro degli inquirenti

Nel pomeriggio anche il questore di Napoli Merolla si è recato sul posto per verificare di persona l’accaduto.

 

Gino Sorbillo e il questore Luigi Merolla

 

Su Facebook l’appello di Sarah Scaparone

Dal Piemonte a Napoli: una pizza virtuale per Gino Sorbillo Uno. Mandiamo il prezzo di una pizza (virtuale) per fare un fondo (reale) per aiutare la riapertura dello storico locale di Gino in via dei Tribunali che ha preso fuoco nella notte tra giovedì e venerdì. Ecco l’Iban: IT82Y0303203414010000001252 intestato a Giattan Srl.

A Gino un fortissimo abbraccio.
Lo abbiamo sempre sostenuto, adesso gli saremo ancora più vicini.
Per il Maggio dei monumenti la sua pizzeria sarà ancora più bella.

46 commenti

  • lydia

    (27 aprile 2012 - 10:35)

    Mi viene da piangere

  • Joppy

    (27 aprile 2012 - 10:36)

    Gino è tutta la città a stringerti in un grande abbraccio simbolico! Testa alta e petto in fuori…Nonna Esterina può essere sola fiera di te!

  • Gianni Gosta x TeleradioNews

    (27 aprile 2012 - 10:40)

    Solidarietà personale e della redazione tutta di TeleradioNews per il brutto momento, con l’auspicio che si sia trattato di un fatto accidentale e che prestissimo la Pizzeria Sorbillo possa tornare al top del comparto ristorativo campano e nazionale…

  • Virginia

    (27 aprile 2012 - 10:43)

    A presto. E più forte di prima.

  • marcello famiglietti

    (27 aprile 2012 - 10:45)

    Appena riapre tra quattro cinque giorni, come dice l’articolo, tutti a mangiare la pizza da gino e a prendere almeno due pizze da asporto in modo che si possa subito riprendere!! Un abbraccio e in bocca al lupo.

  • BlackAngus

    (27 aprile 2012 - 10:46)

    Non ci sono mai andato; appena riapre sarò li.

  • Marcello

    (27 aprile 2012 - 10:59)

    Fuor di dubbio l’origine dolosa, siamo sempre alle solite la camorra impone la sua legge e le persone oneste pagano

  • Marcello

    (27 aprile 2012 - 11:02)

    belle parole, ma il problema e’ che per ricominciare ce’ vonn’ nu’ cuofn’ e’ “PATAAANN”!!!

  • Fabrizio Scarpato

    (27 aprile 2012 - 11:03)

    Un abbraccio forte

  • Andrea "Pepe Carvalho" Pignataro

    (27 aprile 2012 - 11:07)

    Grande Gino, la Napoli buona è con te!

  • Alberto Capasso

    (27 aprile 2012 - 11:16)

    Riapri presto, Pure se dentro non è agibile mangeremo le tue pizze fuori, in piedi, in mano e porteremo tutti quelli che possiamo. Siamo tutti con te!

  • Beniamino D'Agostino

    (27 aprile 2012 - 11:17)

    Solidarietà a Gino, forza è coraggio.

  • Alessandro Manna

    (27 aprile 2012 - 11:22)

    Motivo di più per andare (chi non lo ha ancora fatto) e per tornare chi c’è già stato.
    Un grandissimo augurio a Gino.

  • milady

    (27 aprile 2012 - 11:29)

    le parole servono a poco, ma ti siamo vicini….

  • Marco Contursi

    (27 aprile 2012 - 11:29)

    Tutto si supera se c è grinta e Gino ne ha da vendere.Forza.

  • Errico

    (27 aprile 2012 - 11:31)

    Siamo tutti con Gino!

    Conosco la sua determinazione e non si arrenderà.
    E’ un brutto segno per tutta la città.

  • Antonio

    (27 aprile 2012 - 11:36)

    Solidarietà e vicinanza a Gino, il fuoco rallenterà per qualche giorno la sua attività ma
    l’impegno e la sua presenza nel quartiere e in città sono e saranno più forti di ogni avversità.

  • Carmine

    (27 aprile 2012 - 11:44)

    Vicinissimo a Gino, con tutto il cuore.
    Spero sia stata una disgrazia e nulla di più.
    GINO SIAMO TUTTI CON TE!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Pizzissima

    (27 aprile 2012 - 11:55)

    solidali con un collega ….non mollare e torna più motivato di prima.

  • Franco D'Amico

    (27 aprile 2012 - 12:28)

    Non ci sono parole, se si è trattato di una intimidazione è stata fatta una grande offesa a Gino e a tutta la famiglia Sorbillo cui siamo tutti vicino e alla splendida città di Napoli, che non ha sicuramente bisogno di queste vergognose azioni ma di ben altro per mantenere vive le tradizioni e le bontà espresse dai veri artigiani della Pizza.

  • giancarlo

    (27 aprile 2012 - 12:38)

    spero che almeno sia stato un tragico incidente e non un fatto doloso,sarebbe un ennesimo colpo alla nostra città

    • luciano pignataro

      (27 aprile 2012 - 12:49)

      Secondo le verifiche fatte non sembra essere doloso anche se manca ancora la versione ufficiale

  • Stefano Giancotti

    (27 aprile 2012 - 12:39)

    Gino non arrenderti mai! io sto con te. un abbraccio forte.

  • PASQUALINO ROSSI

    (27 aprile 2012 - 12:55)

    la pizzeria elite rossi di alvignano è unita ‘ a tutta la famiglia sorbillo per il brutto incidente , GINO FORZA SIAMO TUTTI CON TE UN ABBRACCIO

  • Mary

    (27 aprile 2012 - 13:06)

    Forza Gino…per le foto non possiamo fare niente,ma ti aspetteremo per abbracciarti calorosamente…sei un simbolo per la nostra città!!!!!!ti abbraccio!!!

  • MARIO STINGONE

    (27 aprile 2012 - 13:12)

    Forza Gino :::::::::::::::::::::: Ti voglio bene !!!

  • Gino siamo tutti con te! Forza non mollare

  • Giovanna Voria

    (27 aprile 2012 - 14:15)

    Ho saputo da poco la brutta notizia e sono allibita! Gino tu sei forte e determinato e continuerai con la tua bella e importante pizzeria, è stato solo un incidente di percorso ma niente ti fermerà…. e poi ci siamo tutti noi dai! Ti voglio bene

  • Rosario mattera

    (27 aprile 2012 - 14:26)

    Sono molto dispiaciuto Gino, so quanto la vostra pizzeria sia come una seconda pelle per voi e queste fiamme le state sentendo tutte addosso, gli incidenti,spero che tale rimanga, purtroppo sono le variabili pazze di questa nostra vita. La pizzeria Sorbillo tornerà più bella di prima e sarà ancora di più il punto di riferimento del rinascimento della nostra grande pizza napoletana.
    Un abbraccio forte,forte !!!

  • Stefania

    (27 aprile 2012 - 14:51)

    Forza forza forza… sono già stata da te e avevo in programma un viaggetto per far conoscere questa splendida città e la tua meravigliosa pizza ad amici…a questo punto aspetterò la tua riapertura!!!!!! E prenderò anche le pizze da riportare alla mia mamma a Roma!!

  • Paola

    (27 aprile 2012 - 14:55)

    Mi spiace tanto per i tupi ricordi andati perduti…..un forte abbraccio.

  • Mimmo Gagliardi

    (27 aprile 2012 - 14:56)

    Gino, come sempre stringera’ i denti per fare del suo meglio e riportare il locale ai vertici di Napoli entro poco tempo. Come per tutti i napoletani, anche per lui questo sara’ motivo di fortificazione. Tutto sara’ piu’ bello e migliore di prima. E noi saremo con te a gioirne. Forza Gino e buon lavoro!!!!

  • Claudia Deb

    (27 aprile 2012 - 15:14)

    Gino siamo tutti con te!! :(

  • max

    (27 aprile 2012 - 15:26)

    Gino Mi dispiace di cuore …ma so che nn sara’ questo a “fermarti” …buttati tutto dietro alle spalle ” e guarda avanti a te il tuo futuro e’ piu’ roseo che mai fratello !!!
    Un abbraccio enorme !!
    Ps : per qualsiasi cosa tu abbia bisogno sappi che IO CI SONO !!

  • Tommaso Esposito

    (27 aprile 2012 - 15:30)

    Gino eccomi. Siamo tutti con te

  • shellenberg

    (27 aprile 2012 - 15:36)

    Voi siete i napletani che amo e che mi rendono fiero di essere vostro concittadino. Io sto’ a Varese ma se vengo nella Capitale, una capatina -anche- da Sorbillo non manchero’ di farla.

  • gianluca rossi

    (27 aprile 2012 - 15:39)

    gino siamo con te! non mollare ti vogliamo bene!!!!

  • angelo rossolino

    (27 aprile 2012 - 15:57)

    rialzarsi non è facile, ma è nella tua natura ….positivo e lungimirante… ho pranzato da te mille volte ai tempi dell’università e per me rimani l’unico……quando riaprirai io ci sarò…….in bocca al lupo

  • […] Sorbillo, one of Italy’s most public food figures, had this to share with Luciano Pignataro: “The thing that is most painful is having lost photos of my grandma Esterina and all the […]

  • Tonino Petrella

    (27 aprile 2012 - 16:06)

    Non sono mai stato alla pizzeria di Gino Sorbillo, e solo ora, nel sentire il coro di solidarietà della gente, mi rendo conto che la mia asenza era colpevole. Sarò uno dei primi a correre appena riapre, e propongo di pagare un euro in più al conto per un anno per coprire le spese di ripristino e quelle di gestione, stipendi, scadenze, etc.

  • maria romano

    (27 aprile 2012 - 17:54)

    Riaprirà presto e sarà ancora più bella! Forza Gino hai tutta la mia solidarietà!

  • Margherita Rizzuto

    (27 aprile 2012 - 18:49)

    Gino mi dispiace moltissimo, immagino la rabbia ed il dolore. Ma con la forza che ti contraddistingue tutto tornerà come prima e ancora più bello.

  • Oscar Guidone

    (27 aprile 2012 - 23:20)

    ” L`invidia é l`ombra del successo”!
    Caro Gino sono Oscar Guidone – assessore allo sport e cultura a Emmendingen – Foresta Nera – Germania e, con grande dispiacere abbiamo appreso la triste sciagura che ti é accaduto…non posso crederci ! Molti tedeschi che ti conoscono e, che hanno avuto il piacere di gustare la tua meravigliosa Pizza ti stanno vicini – vicini insieme a me e alla mia cara compagna Brigitte. Ci fa piacere che hai giá intenzione di aprire fra 5 o 6 giorni…ci vediamo a maggio col mio gruppo a gustare la tua favolosa Pizza…cari saluti a Anna e famiglia e ricordarti…CHI LOTTA PUÒ PERDERE – CHI NON LOTTA HA GIÀ PERSO!
    Ti abbracciamo caramente – BRIGITTE ZENTIS e OSCAR GUIDONE.-

  • mimmo

    (28 aprile 2012 - 01:04)

    Ciao non sai quanto mi dispiace. Non bastano parole, devi farti forte ed andare avanti.

  • Luigi Reale

    (28 aprile 2012 - 01:41)

    Carissimo Gino, anche se non ci conosciamo di persona, sappi che nessuno puo’ comprendere il tuo sconforto in questo momento, ma proprio perche’ l’ho vissuto in prima persona, ti invito a non scoraggiarti e riprendere a piu’ presto con maggiore forza di prima. Ci vuole altro per abbattere e Gigg.

  • Valentina Nappi

    (28 aprile 2012 - 10:58)

I commenti sono chiusi.