BuonPescato Italiano a Siracusa: i nomi, i numeri e i contenuti

Letture: 161
il gran finale del BuonPescato Italiano a Siracusa – foto di Gerardo Denza

Si è conclusa a Siracusa la Rassegna Gastronomica del BuonPescato Italiano

È stata una tre giorni ricca di appuntamenti e idee, quella appena conclusasi a Siracusa, sulla Riva Nazario Sauro. Il Tour nazionale del BUONPESCATO ITALIANO – progetto promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura e realizzato con il contributo del Fondo Europeo per la Pesca 2007-2013 – spegne i suoi i suoi riflettori con un bilancio estremamente positivo in termini di numeri e di contenuti sviluppati.

Intorno al leitmotiv del progetto, ideato da Paolo Giarletta ed Emanuela Avola, si è sviluppato un ampio dibattito che ha visto l’alternarsi di illustri esponenti ed autorevoli relatori.

Le Istituzioni al BUONPESCATO ITALIANO

Di grande interesse i contributi offerti dalle numerose personalità del mondo istituzionale intervenute. Tra questi, Sami Ben Abdelaali, Dirigente regionale alla Cooperazione Agricoltura e Pesca con i Paesi del Mediterraneo e del mondo arabo e Consigliere diplomatico del Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, ha sottolineato la portata dei progetti economici che la Regione Siciliana sta mettendo in campo al fianco dei pescatori e dei produttori della pesca e del settore agroalimentare secondo una logica che punta alla sinergia e alla creazione di valore tra Istituzioni e settore produttivo.

Il Dirigente del Dipartimento regionale degli interventi della Pesca dell’Assessorato delle Risorse Agricole e Alimentari della Regione Siciliana Domenico Targia, sottolineando il valore del rafforzamento del brand Sicilia a livello internazionale, ha messo l’accento sulla crucialità della costruzione di una “catena generazionale” finalizzata alla trasmissione della conoscenza di padri in figli al fine di trasformare i borghi marinari in borghi turistici.

Il Dirigente dell’Assessorato alle Risorse agricole e alimentari della Regione Siciliana, Giuseppe Taglia, nel suo intervento, infine, ha rimarcato il valore dei Consorzi e l’importanza della sinergia tra i vari attori della filiera agroalimentare al fine di promuovere, soprattutto fuori dagli ambiti territoriali, le eccellenze siciliane pur ricordando come il progetto “Profeta in patria” abbia già offerto la possibilità ai produttori di far conoscere, in unione con le Camere di Commercio, i propri prodotti ai cittadini della regione.

Partecipata e vitale la presenza di tutti i responsabili regionali delle Associazioni di Categoria della Pesca coinvolti dalla referente regionale, Annalisa Spanò.

Siracusa, il porto

I numeri di BUONPESCATO ITALIANO A SIRACUSA

Le 5 Rassegne Gastronomiche svoltesi, a partire da marzo scorso, in Veneto, Puglia,
Campania, Calabria e Sicilia sono state precedute in ciascuna Regione da un Promotruck che ha toccato 42 città, raggiungendo oltre 65.000 persone. In Sicilia BUONPESCATO ITALIANO in tre giorni ha registrato oltre 5000 visitatori ai quali sono stati offerti oltre 400 kg. di specie eccedentarie, con particolare predilezione per
la Lampuga, una delle 15 specie oggetto del progetto.

Gli 8 Cooking Show – destinati alla preparazione e degustazione di piatti realizzati con i pesci del BUONPESCATO ITALIANO – hanno visto al lavoro altrettanti chef di tutta Italia a partire da alcuni dei più noti protagonisti della ristorazione siciliana. Nei quattro appuntamenti convegnistici ideati per la discussione e la proposizione di strategie e azioni a favore del mondo della pesca e delle risorse agroalimentari sono intervenuti oltre 30 esperti e policy maker.

Siracusa

La Rassegna Gastronomica del BuonPescato Italiano a Siracusa è stata realizzata con il Patrocinio dell’Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari della Regione Siciliana e del Comune di Siracusa, con la collaborazione di Confcooperative Federcoopesca, Lega
Pesca, A.G.C.I. AGR.IT.AL., Federpesca, UNCI Pesca, API, ANAPI, Associazione Pescatori
Marittimi Professionali, Istituto Regionale Vini e Oli Siciliani, Consorzio di Tutela del Limone
di Siracusa, Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino, Consorzio di Tutela dell’Olio
Extravergine di Oliva Monti Iblei, Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva Monte
Etna, Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva Valdemone, Comitato Pagnotta
Pandittaino, Slow Food – Condotta di Siracusa, AIS Sicilia – Delegazione di Siracusa,
Associazione Cuochi Etnei, Associazione Nazionale “Cuoche a Domicilio” e in partnership con Ipssar “Federico II di Svevia” di Siracusa, Cooperativa APO di Catania, Ristorante “Don
Camillo” di Siracusa, Cooperativa Beppe Montana Libera Terra – di Lentini (Siracusa), Azienda
“Antichi Vinai 1877″ di Passopisciaro (Catania), Azienda “iGreco” di Cariati (Cosenza),
Azienda agricola “Casa di Baal” di Montecorvino Rovella (Salerno), Azienda “RioFavara Vini”
di Ispica (Ragusa), Distilleria “Russo” di Santa Venerina (Catania), Oleificio “Dott. Natale
Cuscunà” di Biancavilla (Catania), Azienda Agricola “Italia” di Siracusa, Panificio “Parisi” di
Carlentini (Siracusa), “Sai 8″ di Siracusa, “SiPlant” di Acireale (Catania), “Assofloro Sicilia”,
“Dolce Arte” di Modica (Ragusa), Acqua “Fontalba” di Messina e Industria dolciaria
“Condorelli” di Belpasso (Catania)

 

www.buonpescatoitaliano.it

 

Foto di Campania che vai Monica Piscitelli