Cacc ‘e Mmitte 2004 Lucera doc

Letture: 119

ALBERTO LONGO

Uva: montepulciano, nero di Troia, bombino bianco
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Caccia fuori il vino dopo la fermentazione e metti le uve, nasce da una antica tradizione contadina, quella che spingeva i produttori pugliesi a portare le loro uve da alcuni vinificatori per farne vino, la doc della Daunia destinata a diventare molto trendy. Il nome sembrava un ostacolo insormontabile, ma adesso è un elemento che sicuramente aiuta la memoria degli appassionati italiani e stranieri. Il passato resiste sia nella varietà delle uve impiegate, il nero di Troia locale, il montepulciano calato dall’Abruzzo negli anni ’60 e il bombino bianco perché un tempo il vino si faceva proprio così, mischiando quel che c’era in vigna e, nel Sud, ammorbidendo rossi troppo tannici e potenti con vitigni più gentili e deboli senza fare troppe distinzioni tra bianco e rosso. Tutto è iniziato dopo la crisi del metanolo. Longo è uno dei tre produttori, il suo Cacc ‘e Mmitte è floreale, di pronta beva, non molto strutturato e, a dispetto di quel che si può pensare, non va affatto bene con la carne, meglio berlo su un piatto di pasta con il pomodoro fresco e comunque su piatti non eccessivamente costruiti. Il bello di questo vino è la personalità del frutto che emerge grazie ad una vinificazione estremamente semplice in acciaio. Niente legno, dunque, ma tanti profumi freschi. Un rosso di altri tempi, ma adeguato alla voglia di leggerezza dopo i prodotti iperconcentrati, un bel biglietto da visita per una azienda giovane, alla sua prima vendemmia del 2000, nata dall’acquisizione di nuovi ettari a fianco a quelli storici di famiglia, con una cantina ben organizzata e una bella struttura di accoglienza per gli enoturisti nel cuore della Daunia, territorio ricco di bellezze e di scoperte ancora fuori dai circuiti turistici di massa. Al lavoro l’enologa Grazia Grassini, della scuola di Giacomo Tachis. Tra la gamma di sei vini un solo bianco, la Falanghina Puglia igt da provare.

Sede a Lucera, strada provinciale per Pietramontervino km 4. Tel. 0881.539057. Fax 0881.539200. www.albertolongo.it. Enologo: Graziana Grassini. Ettari: 35 di proprietà. Bottiglie prodotte: 350.000. Vitigni: falanghina, bombino bianco, montepulciano, nero di troia, merlot, cabernet franc.