6 commenti

  • alfredo

    (4 aprile 2014 - 13:13)

    ma è uno scherzo? Il segreto di una buona cacio e pepe… spalmare in padella un cucchiaio colmo di preparato preconfezionato e gettarci dentro la pasta scolata???!!!
    Il prossimo video sarà sul segreto di una buona bolognese utilizzando i sughi pronti barilla?

  • alex

    (4 aprile 2014 - 15:01)

    ma state a scherzaaaaaaaaaaaaa…….

  • Giovanni

    (4 aprile 2014 - 18:46)

    Ma non vi vergognate? Cacio e pepe è una istituzione!!!!!

  • Nicola

    (5 aprile 2014 - 16:09)

    Caro Luciano, confido in te e sono sicuro che rimedierai a questo strafalcione. Un abbraccio.

  • 10maggio

    (6 aprile 2014 - 01:15)

    E come disse Totò: “ma mi faccia il piacere!”. Questo video ha del grottesco… Sembra davvero uno scherzo. E comunque da Napoletano DOC che ama la buona cucina PRETENDO rispetto per i piatti della tradizione culinaria italiana e in particolare per le centinaia di trattorie e osterie romane che cucinano questo piatto in maniera egregia, come ad esempio l’osteria Latina in Via Latina 295 nei pressi dell’Appia Nuova a Roma… provare per credere.

  • AlessandroPepe

    (6 aprile 2014 - 08:39)

    Salve a tutti. Scusate se spiego l’arcano. Comprendo le vostre perplessita’ ma il video non fa vedere come facciamo il cacio e pepe ma come usare il preparato fatto da noi che vendiamo in vasetto per fare la nostra cacio e pepe a casa. Il nostro preparato e’ frutto di due anni di lavoro con l’azienda Savini Tartufi su dosaggi, tipologia di pecorino, tipologia di pepe e tipo di emulsione. Spesso ci dicono, ed in parte condivido: che ci vuole a fare il cacio e pepe?
    Ma aldila’ della materia prima, come il pecorino romano Brunelli e il pepe Sarawak, la questione sta nell’emulsione che, come molti di voi sanno, non significa solo mischiare. In breve il vasetto e’ un preparato che vendiamo solo per l’asporto e non usiamo in cucina e, per quanto semplice da usare, abbiamo realizzato un video che spiega come raggiungere la giusta cremosita’.
    La nostra cucina e’ aperta a tutti coloro che vogliono ulteriori chiarimenti. Inoltre Roscioli e’ uno dei pochi ristoranti, o meglio delle salumeria con cucina, in cui la materia prima non ha segreti perche’ esposta sul bancone d’ingresso.
    Alessandro Pepe, cantiniere e tuttofare di Roscioli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>