Calitto 2008 Biancolella Ischia Doc

Letture: 168

Calitto 2008 Biancolella Ischia doc

CASA D’AMBRA

Uve: biancolella 85%, greco e fiano 15%
Fascia di prezzo: dai 5 ai 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Percorrendo la traccia di quel breve mare la Campania presenta le sue isole. Poche parole: Ischia e Casa D’Ambra. Una delle cantine storiche della regione, sull’isola, puntella le colline con vigneti storici di antica bellezza e costante difficoltà. Il più suggestivo: il vigneto Frassitelli.

 Il piccolo treno a cremagliera attraversa il vigneto che si arrampica in pendenza guardando un lungo orizzonte di vera terra contrapposta al mare di pari, viva bellezza. Altro vigneto, più piccolo ma molto interessante è il Calitto, nel comune di Forio d’Ischia.  Proprio da qui viene la mia bottiglia da cui il Calitto 2008, Biancolella Ischia DOC. Le uve sono del classico Biancolella ed una percentuale di circa il 15% di Greco e Fiano. Appena versato nel bicchiere, colpisce subito per il bel colore, vivace ed intenso, con bei riflessi dorati.  Il naso è penetrante e verticale , dritto dritto a colpire con le sue note minerali.

 Pian piano che sosta nel bicchiere si apre ad altre storie, spostando i sentori su note fruttate e ben succose. Mi colpiscono i piccoli fiori di campo e le erbette aromatiche mediterranee da cui trascinano fuori dal gruppo, per il mio olfatto, in maggiore evidenza, un sentore di timo. In bocca risulta meno complesso.

 Subito si nota però la struttura fitta ed il tenore alcolico sostenuto . Di quella mineralità di mare se ne gode in freschezza. Il finale non è troppo lungo ma nel complesso ritroviamo un vino molto piacevole, che è interessante ed intensa espressione di un territorio, unico e bellissimo.

Questa scheda è di Sara Marte

Sede in via Mario D’Ambra , 16 a Forio d’Ischia in provincia di Napoli . Tel 081 9072 46.  www.dambravini.com  info@dambravini.com . Ettari: 5 di proprietà e 12 in fitto. Enologo: Andrea D’Ambra. Vitigni: biancolella ,  forastera , San Lunardo , coglionara , uva rilla , piedirosso, guarnaccia, cannamelu.

Un commento

  • denny

    (20 giugno 2010 - 18:49)

    Ottimo vino, ottima cantina, splendida isola anzi “l’ISOLA VERDE”
    carpe diem

I commenti sono chiusi.