Calvese 2012 Falanghina del Sannio Dop |Voto 89/100

Letture: 118
Calvese

LA GUARDIENSE

Uva: 100% falaghina

Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro

Fermentazione  e maturazione: acciaio

Cantone, Cinquantenario e ora Calvese. Sono i nomi dei tanti progetti enologici che in questi sei anni che vede Riccardo Cotarella  al timone della grande realtà de ‘La Guardiense’ segnano un percorso sempre più ricco di soddisfazioni.

Calvese, l’ultima etichetta arrivata, una Falanghina del Sannio Dop (annata 2012) che prende il nome da una delle zone più vocate per la viticoltura lungo la sponda est del Calore. Un vino che cerca di stare alla larga dai solfiti e che è frutto dell’adesione della cooperativa sannita al progetto ‘Wine Research Team’, che accomuna ventisei aziende dello Stivale. Un progetto interessante per la struttura che ha superato ilo suo primo mezzo secolo di vita e che raggruppa oltre mile viticoltori dell’areale titernino-telesino.

Un vino che già dalla bottiglia richiama alla vista zone storicamente riconosciute  per la produzione di grandi bianchi, con la presunzione di presentarsi con il tappo a vite. Un vino che piace alla vista con il suo bel giallo quasi dorato, presagio di un nettare di particolare stoffa e struttura. Al anso il vino si presenta estremamente pulito, nessuna ossidazione, delle invasioni agrumate e dolcezza di miele. Pulizia anche al palato. Qui emerge la bella struttura alcolica sorretta da sostenuta freschezza. Un vino dalle ampie possibilità di consumo a tavola: ottimo sulle zuppe e, visto il periodo, sulle tagliatelle ai funghi.

Questa scheda è di Pasquale Carlo

Sede a Guardia Sanframondi, Località Santa Lucia 104/105 – tel. 0824.864034 – www.laguardiense.it – info@laguardiense.it – ettari 1.500 circa di proprietà dei circa 1.000 soci – enologo: Riccardo Cotarella – bottiglie prodotte: 3.200.000 – vitigni: aglianico, falanghina, piedirosso, sangiovese – fiano – greco – malvasia – trebbiano….