Campo Calabro, ristorante Il Giardino degli allori

Letture: 396
Orlando Campo, chef del Giardino degli Allori

di Maura Ciociano 

Se siete in viaggio verso la Sicilia, e l'imbarco può attendere, fermatevi a Campo Calabro e cercate una villa anni Sessanta circondata da un giardino di allori. Siete nel posto giusto. Qui ha sede il ristorante di Gabriella Pavone e Orlando Campo, da molti considerato un vero e proprio avanposto dell'autentica cucina calabrese. L'accoglienza di Gabriella è superlativa. Dopo avervi fatto accomodare, vi elenca le proposte che cambiano a seconda delle stagioni: d'inverno le ricottine di pecora, le olive schiacciate, il capocollo, le soppressate e le frittelle con le verdure. D'estate la parmigiana di melanzane, i pomodorini e i peperoni ripieni, le cipolline in agrodolce, le frittelle di fiori di zucca, le polpette di riso e quelle di melanzane, gli involtini di zucchine, l'insalata di stocco.

Il Giardino degli Allori, esterno
Il Giardino degli Allori, i tavoli all'esterno

La pasta è fatta in casa: dalle cortecce'ncaciate, ai ravioli di ricotta con crema di zucca e guanciale dolce fino ai cappelli di prete conditi d'inverno con i broccoli, in primavera con fave e piselli, d'estate con fiori di zucca. Da provare le linguine con il pesce stocco a ghiotta e le zuppe di stagione.

Il Giardino degli Allori, le cortecce 'ncaciate
Il Giardino degli Allori, cappelli di prete ai fiori di zucca
Il Giardino degli Allori, linguine con lo stocco

Ottime le carni, in modo particolare lo stinco di maiale, cotto al vapore e poi passato nel forno a legna; la braciola in bianco e la rollata al vino passito servita con le cipolle in agrodolce e le patate cotte sotto la cenere. Se invece preferite il pesce potrete scegliere tra alici fritte, tortino di sciabola, pesce stocco arrostito.

Il Giardino degli Allori, le bruschette
Il Giardino degli Allori, le braciole in bianco con patate

Nota di merito per i dessert: gelati artigianali alle mandorle e pistacchio, il tiramisù al bicchiere, il gelato al bergamotto affogato nel Primitivo oppure il gelato alla vaniglia affogato in liquore al caffè e piparelle.

La cucina rispetta i tempi della sala, il servizio è rapido ed efficiente anche quando i coperti superano i cento. Buona l'hotellerie  con servizi di Caleca. La carta dei vini è ricca di etichette calabresi e siciliane. La cucina è di tipo tradizionale, con alcune tecniche di cottura moderne. La giusta sintesi tra tradizione e innovazione.

Il Giardino degli Allori, uno scorcio dell'esterno

La mano è versatile: forte e decisa quando guarda alla Calabria interna. Meno netta quando guarda alla costa e alla Sicilia, di cui in alcune preparazioni si percepiscono gli influssi.
Per dirla con Pigna “La Calabria è un gigante che dorme, ma se e quando si sveglierà non ce ne sarà per nessuno”.

Via Sant'Angelo, 1
Tel. 0965 757548 – Cell. 335 5367920
Chiuso il lunedì, mai d'estate
Carte di credito: tutte
Conto sui 25 euro
giardinodegliallori@libero.it 

www.ilgiadinodegliallori.it

11 commenti

  • Valeria Collà Ruvolo

    (23 agosto 2013 - 12:22)

    mmm molto invitante! da andarci sicuramente :D

  • Onofrio Bizzarro

    (23 agosto 2013 - 12:46)

    la precisa e appassionata descrizione del posto e delle prelibatezze che offre, stimola l’immaginazione a tal punto da invogliare me, lettore, non solo a recarmi al più presto alla scoperta del luogo, ma soprattutto a soddisfare la mia curiosità gastronomica! il connubio tra parole e immagini stimola fortemente l’appettito! i miei complimenti vanno alla scrittrice e alla struttura; proverò personalmente!

  • marella

    (23 agosto 2013 - 17:28)

    Un posto eccellente per ottima cucina e accoglienza…da tornarci al più presto e assolutamente da consigliare!

  • Alessia Pinto

    (25 agosto 2013 - 17:13)

    L’atmosfera impagabile del Giardino, la raffinata ricerca delle pietanze, la generosa accoglienza di Gabriella e Orlando, il profumo dell’alloro e lo strepitoso paesaggio circostante sono solo alcune delle caratteristiche che senza dubbio conquisteranno il visitatore. Consiglio caldamente a chiunque si trovasse nei pressi dello Stretto di fare una sosta a Campo Calabro per immergersi nell’incanto di questo luogo.

  • Benedetta

    (25 agosto 2013 - 22:48)

    Descrizione essenziale ma accurata, in pochi tocchi rende subito l’idea dell’atmosfera particolare de “Il giardino degli allori” ed il gusto dei piatti.
    Le foto aggiungono il tocco definitivo che convincerebbe chiunque – i cappelli di prete ai fiori di zucca sono da provare assolutamente. :)

  • Mariella Marchetti

    (25 agosto 2013 - 23:15)

    I piatti de “Il giardino degli allori” sono difficili da raccontare perché indissolubilmente legati ad un contesto di ineffabile , semplice raffinatezza. Sullo sfondo la magia dello Stretto, nel giardino cura del dettaglio ed un’esperienza che coinvolge tutti i sensi . Non si può tornare a casa delusi.

  • Martina Vairo

    (26 agosto 2013 - 16:14)

    Un respiro di Calabria, che si alza dallo stretto per arrivare dritto sulla tavola, passando dai sorrisi caldi e l’ospitalità greca di Gabriella e Orlando.
    Svegliarsi tra due terre con un buon latte di mandorla o un fico appena raccolto è una delle esperienze che solo “Il Giardino degli allori”è in grado di regalare.
    Da consigliare agli amici più cari!

  • Mariangela De Filippo

    (27 agosto 2013 - 10:14)

    Il “racconto” entusiasma, fa venir voglia di ritirarsi per qualche ora in questo angolo poco battuto dalle rotte classiche per godere le gioie degli itinerari nascosti. Per ristorare corpo e mente sembra il “giardino” ideale! Ci farò una puntata!

  • Caterina

    (28 agosto 2013 - 20:34)

    Da sieht alles lecker aus!! Einfach Spitze!!! Saluti da Norimberga!

  • Annamaria Cerbone

    (3 settembre 2013 - 09:26)

    Cara Maura mi hai convinta! Ci vediamo al “giardino degli allori” il prossimo fine settimana!

  • Claudia Cavaliere

    (18 settembre 2013 - 00:33)

    Il Giardino degli allori è il luogo più incantevole che abbia vissuto. La vitalità e la cura del dettaglio di Orlando e Gabriella rendono unica e mistica l’aria del giardino. Questo è un posto che ispira anima e corpo, apre il cuore..e lo stomaco!
    Lo consiglio a chiunque voglia rimanere estasiato da una delle perle dello Stretto.

I commenti sono chiusi.