Guida ai ristoranti e le trattorie dentro e fuori le guide > Il Paradiso: Capri, Ischia, la Penisola Sorrentina, e la Costiera Amalfitana
1

Capri, Ristorante Donna Rachele: mangiare non turistico a 30 metri dalla Piazzetta

27 agosto 2012

Donna Rachele

Via Padre Serafino Cimino, 2bis
Tel. 081.8375387
www.donnarachele.com
Sempre aperto, a ottobre chiuso il mercoledì
Ferie a novembre

Come sappiamo, non è facile orientarsi nelle località turistiche dove la crisi spesso trova la sua definizione ultima: o l’alta ristorazione o il mangimificio mordi e fuggi. Nelle pieghe del caos estivo è però possibile trovare tavole giuste, passione e competenza e ricordate: il primo segnale resta sempre vedere se il locale resta aperto tutto l’anno o se, invece, fa solo turismo stagionale come i visitatori.

Loredana Ascione

Proprio a due passi dalla Piazzetta, dovete solo salire le scale e fare trenta metri, c’è il piccolo regno di Loredana Ascione, figlia di ristoratori, che ha trasformato un negozio di arredamento in un accogliente locale con due sale, un terrazzino e una sala d’ingresso con bancone. Partita come wine bar, Loredana ha deciso da quest’anno di fare ristorazione a tutto campo con attenzione ai prodotti di qualità e buoni fornitori di mare e di ortaggi, tra cui lo stesso cuoco Antonio Savarese, ex hotel Tramontano a Sorrento.

Donna rachele, la saletta di ingresso

Lo stile della cucina è rustico caprese: un paradiso per i vegetariani. Servizio cortese ai tavoli, occhio ai particolari come sempre accade quando in sala c’è una donna e tutto trasuda impegno e voglia di fare bene, tanto che Loredana si è proprio trasferita qui e durante la stagione la cucina lavora da mane a sera senza interruzione visto i diversi orari dello stomaco gastronomico mondiale. C’è una idea di servizio che è sempre molto difficile trovare da Napoli in su.

Antonio Savarese

Antonio Savarese cura il suo orto a Vico Equense e almeno una volta alla settimana fa il carico. La differnza nel piatto si sente nelle presentazioni.

Donna Rachele, a sinistra, quando aveva il ristorante ad Anacapri

 

Donna rachele, l'orto di Antonio con la zucca bianca

 

Donna Rachele, i pomodori di Sorrento

 

Donna Rachele, i fichi d'India

 

Donna Rachele, la sala

 

Donna rachele, la cantina

 

Donna Rachele, idea di tappo

La materia prima è dunque di buona qualità. Il pane, le focacce e le pizze sono fatti in proprio anche se con forno elettrico.

Donna Rachele, Il pane

 

Donna Rachele, Il pane

 

Donna Rachele, la focaccia

 

Donna Rachele, la pizza

Gli antipasti sono semplici e centrati. Il salmone è affumicato in casa.

Donna Rachele, salmone affumicato in propri e alici marinate con misticanza

 

Donna Rachele gamberi in foglia di limone

 

Donna Rachele, calamari ripieni su fonduta di zucca

 

Donna Rachele, tempura di gamberi e verdure

 

Donna Rachele, la caprese

La fresella di Donna Rachele

I grandi classici vanno sempre. La caprese sfrutta le dimensioni dei pomodori di Sorrento per una presentazione più allegra mentre la fresella è preparata personalmente da Donna Rachele, la mamma di Loredana a cui è intitolato il locale, che di giorno viene sempre mentre la sera preferisce gustarsi i tramonti e crare un po’ l’orto.

 

Donna Rachele, spaghetti alla chitarra con peperoncini verdi, olive e gamberi

 

Donna Rachele, scialatielli con lo scorfano

 

Donna Rachele, mezze maniche con cozze e patate

 

Donna Rachele, ravioli capresi e gnocchi ripieni

 

Donna Rachele gnocchi ripieni

La batteria dei primi è di tipo tradizionale, la pasta fresca è di propria produzione. Ottimi i classici ravioli caprese e lo gnocco ripieno che farebbe la felicità di ogni bambino.

Donna Rachele, polipetti alla luciana in Vol-au-vent

 

Donna Rachele, i polipetti nel Vol-au-vent

 

Donna Rachele, involtini di sauro

Centrato l’uso del pesce azzurro che consente di contenere i costi anche sul conto finale, che oscilla tra i 50 e i 60 euro.

Donna rachele, involtini di melanzane

 

Donna Rachele, bicchiere

 

Donna Rachele, pastiera scomposta

 

Donna Rachele, pastiera scomposta

 

Donna Rachele, dolce

 

Donna Rachele, caprese

Dolci di stile napoletano, senza mediazioni. Buona, infine, la cantina, dove troverete Campania ma anche tanta Italia e una decina di Champagne.
Un posto giusto insomma, dove il sorriso non manca mai, come la voglia di crescere: Donna Rachele sta per diventare un locale dell’alleanza con i prodotti Slow Food. L’instancabile Rita Abagnale lo ha scovato e lo ha adottato. E se sono rose, fioriranno.
Voi, intanto, fidatevi di me: giusta atmosfera fuori dai circuiti più conosciuti.

I bisnonni di Loredana

 

Donna Rachele, l'anti bagno

 

Donna Rachele, la Berckel

Un Commento a “Capri, Ristorante Donna Rachele: mangiare non turistico a 30 metri dalla Piazzetta”

  1. MASTER SOMMELIER scrive:

    AL CENTRO DI CAPRI , UNA FANTASTICA REALTA’ , OTTIMA CARTA DEI VINI…, CON LA CANTINA “DONNACHIARA” … AL TOP PER LA CAMPANIA,…GRANDE IL MAITRE PATISSIER MAURIZIO MASSA , CHE CON PASSIONE PROFESSIONALITA’ E COMPETENZA FA STARE GLI OSPITI COME A CASA LORO…
    GRAZIE LUCIANO, COME SEMPRE SELEZIONI PER NOI LE REALTA’ PIU’ BELLE DELLA CAMPANIA…