Cariavis 2007 Aglianico del Taburno doc

Letture: 158
Cariavis 2007 Aglianico del Taburno doc Terre Caudium
Cariavis 2007 Aglianico del Taburno doc Terre Caudium

TERRE CAUDIUM

Uva: aglianico
Fasciadi prezzo: nd
fermenatzione e maturazione: legno

Una delle denominazioni più sottovalutate in questo momento è sicuramente l’Aglianico del Taburno. I motivi sono molteplici, non ultimo che a pochi chilometri si produce il Solopaca, uno dei rossi più famosi della Campania.
Da quando è stata ottenuta la docg (denominazione di origine controllata e garantita) le cose stanno progressivamente migliorando. Noi che seguiamo da tempo le vicende del vino sannita e meridionale possiamo limitarci a constatare la grande forza di questo rosso, soprattutto quando è prodotto in purezza e senza eccessive forzature. Non per fare retorica, ma nel caso di questo Aglianico davvero bisogna lasciar parlare il frutto senza forza né in surmaturazione e tanto meno con eccessivi effluvi di note dolci dei legni usati.
Si tratta di bottiglie che, quando sono trattae in questo modo, possono regalare davvero belel soddisfazioni. Come quellaportata da amici durante un bel pranzetto al Sauro, il Cariavis del 2007 prodotto da Terre di Caudium, piccola aziendina della famiglia Caporaso impegnata da quattro generazioni, ma la quinta è già in posta, nella voltivazione delle uve alle falde del Taburno. Un elevamento in grandi botti di rivere e tanto godimento su un pranzo assolutamente tradizionale culminato con un pollo che aveva camminato e beccato a lungo intorno al forno dove poi è finito con le patate.
In queste circostante l’Aglianico forse non esprime l’eleganza a cui si hanno abiatuato alcune interpretazioni con il legno piccolo, ma conserva un tono rustico e austero in cui la ciliegia è ben integrata a note di tabacco e di cenere, sapido e freschissimo al palato. Già, perché poi la cosa che non finisce mai di stupire quando si beve questo vino è la sua assoluta impossibilità ad invecchiare, come se ogni cantina avesse un ritratto di Dorian Gray di fronte alla bottaia. E noi ce lo godiamo ma pensiamo anche a quanto sarebbe stato buono tra altri dieci, venti, trent’ anni.

www.terrecaudium.com
tel-0824873007
Cautano

2 commenti

  • Marcello

    (16 settembre 2015 - 08:55)

    Questa cantina fa anche una Falanghina del Sannio ottima, provata 3 anni fa a S.Agata dei Goti durante Falanghina Felix…

  • Lucrezia

    (13 ottobre 2015 - 10:46)

    grazie! vi aspettiamo in cantina…

I commenti sono chiusi.