La carne rossa è cancerogena? Forse è una bufala, parola di veterinario

Letture: 461
Braceria Bifulco. 'o beef filetto e controfiletto di chianina 60 giorni
Filetto e controfiletto di chianina frollato 60 giorni

di Elena Raia* 

“ Oh la carne che bonta’, proteine a volonta’,
grassi ferro e minerali,è prezioso e senza eguali,
le bistecche e le fettine, hanno nobili proteine
che non puoi sempre trovare nella dieta vegetale;
pel tuo corpo è una esigenza non puoi starne certo senza;
son del corpo impalcatura e ne creano la struttura.
Oh la carne che bonta’, proteine a volonta’!”
( Le Mele Canterine, canzoncina per bambini)

“ La carne causa il cancro?”
“Problemi di salute associati al consumo di carne”
“…Carne e’ cancerogena…”
“La carne rossa aumenta il rischi di cancro”
“La carne lavorata è cancerogena”….
Questi i titoli dei giornali o dei siti web o dei tg degli ultimi giorni.
La buona comunicazione è una cosa complessa, ognuno di noi interpreta ed elabora le informazioni in maniera diversa.
Esagerare nell’ allarmismo alimentare piace a molti….
Un grosso consumo di carne rossa non è consigliata da nessun medico, ma da qui a dire che provoca il cancro…..
E per restare in tema di carne…mi sembra una bufala!

Una Bistecca alla brace
Una Bistecca alla brace

Per definizione, la carne è chiamata rossa per la tipica colorazione dovuta all’abbondanza di mioglobina e di emoglobina e si differenzia a seconda dell’animale macellato.
Diversamente dalle carni bianche (ottenute da animali da cortile come polli e tacchini), le carni rosse sono ottenute da animali, mammiferi, da macello.
Tra le carni rosse troviamo la carne bovina (vitello, vitellone, manzo, bue e vacche), carne equina (di cavallo o puledro), carne di ovini, suini e caprini. Proprio l’emoglobina* e la mioglobina** che si trovano nella carne sono ritenute causa (a seguito di un processo che avviene nell’intestino) della possibile formazione di “colonie” cancerogene nell’intestino.
Ma la carne rossa contiene anche proteine e micronutrienti come la vitamina B, il ferro e lo zinco; ed il contenuto di grassi, dipende dalla specie animale, eta’, sesso, alimentazione.
Cancerogeno è qualcosa che assunto in determinate dosi, per un certo periodo, puo’ aumentare il rischio di contrarre un determinato tipo di cancro durante tutta la vita; nell’interpretazione di molti, se un alimento è cancerogeno fa sicuramente venire il cancro!
Allora il problema è come vengono allevati gli animali, cosa mangiano gli animali e come viene cucinata la carne…è questo che fa la differenza!

Mucche allo stato semibrado
Mucche allo stato semibrado

Anche Sergio Capaldo, veterinario ideatore e fondatore del progetto La Granda, assicura: “che nessun lavoro scientifico afferma che la carne rossa è cancerogena!”
Quindi? Mangiare troppa carne e/o insaccati fa male?
Certo! Ma non è nessuna novita’; questo vale per tutti gli alimenti.
Anche per gli insetti, “novel food” degli ultimi giorni.
Tutto sta nella quantita’ e nella frequenza…
E allora quale potrebbe essere la soluzione a questo ultimo ingiustificato “terrorismo alimentare?”
Sicuramente la nostra Dieta Mediterranea, unica ad essere riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’umanita’.

Dieta mediterranea. La piramide alimentare
Dieta mediterranea. La piramide alimentare

*emoglobina: (proteina presente nei globuli rossi del sangue, contenente ferro, che trasporta l’ossigeno dai polmoni ai vari organi).
**mioglobina: (proteina presente nei muscoli, dove facilita l’estrazione dell’ossigeno dai capillari sanguigni legandolo a se’ e veicolandolo all’interno della cellula, dove viene utilizzato per la produzione di energia).

* medico veterinario