Carpino 2006 Lacryma Christi rosso doc

Letture: 94

VIGNA PIRONTI

Uva: piedirosso e aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Territorio di grandi sorprese, c’è poco da fare. Basta lasciarsi dietro le spalle i vecchi pregiudizi sulle vinificazioni vesuviane, frutto di traffiche e botti non sempre ben pulite, e ancora elidere completamente dalla propria testa il parametro del cosiddetto gusto internazionale per trovarsi di fronte a bottiglie interessanti e di buon carattere. Chi cerca vini nuovi e autentici qui ha l’imbarazzo della scelta, come credo dimostrerà l’iniziativa I Giorni del Lacryma Christi organizzati dal Comitato della Strada del Vino del vesuvio. Come dimostra questo rosso della nuova azienda Vigna Pironti, una stupenda masseria a San Giuseppe rilevata dall’imprenditore Giuseppe Carillo nel 1999, ricco di spunti: il colore, se può interessare, è un rosso rubino vivo, al naso c’è un forte impatto di frutta e di mineralità tipica di questo terreno fatto di sabbia nera e lapilli lasciati dall’ultima eruzione del 1944. In bocca c’è comunque lo scatto impressionante, con una bocca piena, calda, occupata da una struttura inaspettata dopo tanti vini sottili e diluiti del 2006 di queste parti, la progressione va fino in fondo con decisa autorevolezza, piacevole, impegnativa anche perché comunque non è un vino che scivola da solo. Si sente anche il tostato diverso, frutto della esperienza della vicina Tonnellerie, l’unica azienda campana impegnata a produrre botti. Si tratta sicuramente di un vino da abbinamento, sposato ai piatti tipici, untuosi e strutturati, della tradizione di questo territorio, come il baccalà arrecanato e passato al forno in tiella, oppure anche con una bella parmigiana di melanzane.

Sede a San Giuseppe Vesuviano. sede operativa in via Cortile Ammirati. Sede legale a Napoli, in via Toledo 389. Tel . 081.8271972, fax 081.8210704. www.vignapironti.it info@vignapironti.it Enologo: Alessandro Mancini. Ettari: 14 di proprietà. Bottiglie prodotte: 20.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, caprettone, coda di volpe e falanghina