Casa Sanremo 2016. C’è anche il Salumificio Spiezia con Ciro Oliva e la Pizza San Remo

Letture: 163
Salumificio Spiezia e Ciro Oliva a Casa San Remo  2016
Salumificio Spiezia e Ciro Oliva a Casa San Remo 2016

Pomodorino ramato fiaschetto semi secco del presidio slow food di Torre Guaceto, giuncata delle vacche agerolesi, olive teggiasche presidio slow food, Piccantella del salumificio Spiezia, creata proprio per mantenere la cottura in forno, farine Molino Caputo e olio dop ligure.
Sono questi gli ingredienti della pizza Sanremo 2016, nata dall’incontro tra due sponsor di Casa Sanremo Ciro Oliva e la famiglia Spiezia, titolare dell’azienda che da oltre un secolo è al servizio della gastronomia italiana, conservando anche in un’impresa oramai estesa su oltre 19mila metri quadri e che annovera 100 dipendenti, le tradizioni artigianali di nonna Rosa da cui ha avuto origine.
“Abbiamo dedicato questa pizza a Sanremo – ha detto Ciro Oliva – utilizzando ingredienti che rappresentano bene la Campania ma che si sposano in maniera perfetta con la tradizione Ligure. In particolare, abbiamo utilizzato la giuncata, che è un loro prodotto tipico abbinata alla dolcezza del pomodoro di Torre Guaceto e alla nota finale di salatura e piccantezza che proviene da questo salume Spiezia che riesce a non coprire i sapori ma, al contrario, ad equilibrarli tanto da rendere possibile percepire l’impasto”.

Salumificio Spiezia e Ciro Oliva a Casa San Remo 2016 con la Pizza San Remo
Salumificio Spiezia e Ciro Oliva a Casa San Remo 2016 con la Pizza San Remo

“Siamo stati selezionati tra le eccellenze enogastronomiche campane a Casa Sanremo – ha aggiunto l’imprenditrice Paola Spiezia – ed è per noi un onore partecipare insieme a Ciro che è divenuto emblema di Napoli. Due belle realtà insieme per rappresentare la Campania gourmet”.

Paola Spiezia. Salumificio Spiezia  e Ciro Oliva a Casa  San Remo 2016 con la Pizza San Remo
Paola Spiezia. Salumificio Spiezia e Ciro Oliva a Casa San Remo 2016 con la Pizza San Remo

“Abbiamo accettato di buon grado la presenza a Casa Sanremo proprio per portare all’attenzione del grande pubblico le nostre lavorazioni di pregio che ben indentificano le peculiarità gastronomiche del territorio campano”, ha commentato Bruno Spiezia, amministratore della società.

2 commenti

  • Marco contusi

    (9 febbraio 2016 - 20:46)

    “Campania gourmet”????????olive taggiasche,pomodorini pugliesi,olio ligure e un salume industriale oltretutto non di tradizione campana ma calabrese????ci mancava solo una fetta di cheddar sopra.

  • amolino

    (10 febbraio 2016 - 16:36)

    scusate la mia impertinenza ma nel salumificio spiezia di san vitaliano non furono sequestrate, pochi giorni fa, tonnellate di salumi in cattivo stato di conservazione?

I commenti sono chiusi.