Casalnuovo di Napoli, Fratelli Vuolo. Pizzeria dal 1924

Letture: 274
Il menu delle pizze

loc. Tavernanova, via Nazionale delle Puglie 325
tel. 081.8429619
www.pizzeriavuolo.com

di Tommaso Esposito

Quando hai i figli che girano  per il dopo partita in cerca di una buona pizza sei fortunato.
Prima o poi ti arriva un buon gancio.
“Pà mi hanno detto che Vuolo fa una buona pizza”
“Vuolo dove?”
A Tavernanova.
Bene ci andrò.  Così è stato.
Attenzione però.
Erik, che come al solito parla al volo con pà, non detto che di Vuolo ci son due: il vecchio e il nuovo.
E io  son capitato dal vecchio. Quello che si trova sulla strada che mena da Casalnuovo a Pomigliano.
Antica pizzeria. Molto l’asporto. Attraversi uno stretto corridoio presso il forno e ti trovi in sala.
Proprio da pizzeria di paese, ma appena ristrutturata. Familiare.
Ci sono giovani e famiglie. L’occhio gira tra i tavoli per vedere cosa ci attende.
Ecco il menu. Uhm c’è da scegliere.


Siamo in quattro. Una pizza diversa a testa e un boccone ciascuno.
Mannaggia come siam difficili davanti a una pizza.
Proviamo.

Il ripieno di scarole stufate con provola

Ripieno di scarola e provola. Ben cotto.  Saporito.  Equilibrato. Bravi.

Pizza la Bufalina

Pizza  cosiddetta Bufalina. Pomodorini, bocconcini di bufala, basilico.
Bene: le mozzarelline non trasudano. Io in verità non adoro i filetti sulla pizza. C’è poco tempo per lasciarli appassire. Ma questa qua è buona.

Pizza Ortolana

Ecco l’Ortolana. Molte verdure. Stasera qualche fungo di più. E non sono porcini. Complessivamente buona.

Pizza con la Parmigiana di melanzane

Magnifico: la pizza con la parmigiana di melanzane. Non è il tempo dei petonciani. Eppure questo è stato il boccone migliore della serata. Il segreto è tutto nella salsa usata dal pizzaiolo. Un ragù veloce saporitissimo, sapido, da restare attaccato alle papille e da usare per condire alla grande bucatini o mezzanelli.
Dimenticavo le altre cose buone, da manuale: il cornicione fa puuhhff, la pasta è morbida ed elastica, il trancio si piega levato dal piatto, lenta lievitazione, coerente cottura.
Allora son bravi questi Vuolo Pizzaioli dal 1924 che, seppure vicino casa, non conoscevo.

Il prezzo? Abbondantemente entro i 10 euro con birra.
Ah il locale nuovo, quello alla moda, per i giovani e con cucina ristorante sta di fronte. Non l’avevo visto.
Chiederò a Erik di essere più preciso e, per punizione,  di accompagnarmi con gli amici la prossima volta.
Così assaggeremo la pizza di Vuolo il giovane.

6 commenti

  • Monica Piscitelli

    (10 maggio 2011 - 00:38)

    ne ho sentito dire un gran bene. Bravo Tommaso!

  • Salvatore

    (10 maggio 2011 - 08:47)

    Oltre alla pizza nella sede nuova hanno anche una buonissima cucina io ci vado a pranzo ogni lunedì menù fisso a 9 €.

  • Guglielmo Vuolo

    (10 maggio 2011 - 13:10)

    Fa sempre piacere veder apprezzato in maniera spontanea il proprio lavoro.
    Grazie a nome mio e dei miei figli Enrico e Valerio.
    Distinti saluti, Guglielmo Vuolo.

  • Massimo Di Porzio

    (10 maggio 2011 - 16:57)

    Grande pizzeria e bravissimi Guglielmo e i suoi figli. Per chi non lo sapesse Guglielmo è anche un bravissimo maestro-istruttore, che tramanda questa antica arte ad operatori di tutto il mondo!

  • Fabiana

    (10 maggio 2011 - 19:24)

    La pizza del sig.Guglielmo e dei figli non è altro che il frutto della passione tramandata da padre in figlio.
    Passione che si ritrova ogni qual volta si degusta una loro pizza dai sapori genuini e autentici.

    • carmine

      (10 maggio 2011 - 19:36)

      Devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso, dalla pizzeiria Vuolo, nato e vissuto a Napoli mel centro storico, praticamente il regno della pizza napoletana, non immaginavo di trovare in un paesimo cosi vicino alla citta una Pizzeria cosi valida, e che non ha nulla da inviadiare alle piu rimonate pizzerie di citta. Pizze ottime dallle fritte al quelle a forno.

I commenti sono chiusi.