Cassino (FR), Pizzeria Pollo Chef. Qui Gian Paolo Attardi fa una vera pizza napoletana

Letture: 715

Cassino Pollo Chef La pizza di Gian Paolo Attardi
Cassino Pollo Chef La pizza di Gian Paolo Attardi

Pollo Chef Cassino (Fr)
Via Casilina Sud km 140
Tel. 338 361 3104

di Rocco Andrisani

Ho conosciuto Gian Paolo Attardi, pizzaiolo resident da Pollo Chef a Cassino, qualche mese fa grazie a quel meraviglioso contenitore di immagini 2.0 che risponde al nome di Instagram, dove avevo notato più di una pizza interessanti. Non è difficile immaginare la mia sorpresa quando ho scoperto che quelle pizze, davvero notevoli dall’aspetto, non erano ammaccate in qualche pizzeria campana, bensì sfornate niente di meno che a Cassino.
E così ho deciso di compiere questa piccola follia per raggiungere e conoscere, stavolta nel mondo reale, Gian Paolo e gustare non più solo virtualmente la sua pizza.

Pollo Chef. Gian Paolo Attardi
Pollo Chef. Gian Paolo Attardi

Partiamo dall’impasto. Gian Paolo è un 28 enne pizzaiuolo autodidatta napoletano, professionista per passione nel locale a conduzione familiare, eppure ciò che arriva sotto i denti è un impasto studiato, ma soprattutto in continua evoluzione.

Pollo Chef. Maglia glutinica dell'impasto
Pollo Chef. Maglia glutinica dell’impasto
Pollo Chef. Disco pasta
Pollo Chef. Disco pasta

 

Dopo mesi di esperimenti è approdato ad un impasto che prevede un blend di farine Caputo “0” e “00” con lievi-maturazione dalle 24h alle 48h con bassissime percentuali di lievito di birra. L’idratazione si aggira tra il 63 al 66%.
Forno rigorosamente a legna.

Pollo Chef. Il forno
Pollo Chef. Il forno

Si parte con un grande classico, ovvero la margherita.

Pollo Chef. Margherite al banco
Pollo Chef. Margherite al banco

 

Disco pasta sottilissimo e cotto alla perfezione, il coltello appare superfluo tanto che il taglio risulta agevole con la sola forchetta

Pollo Chef. Struttura margherita
Pollo Chef. Struttura margherita

Il cornicione è presente e ben alveolato.

Pollo Chef. Struttura del cornicione
Pollo Chef. Struttura del cornicione

Per nulla “panoso”, anzi, in bocca è scioglievole tanto quanto il centro, condito con un pomodoro di buona fattura, un pizzico di parmigiano, quindi fior di latte ed olio EVO.
Ben fatta si dimostra la pizza bianca con bufala, pomodoro pachino. Golosa è quella con salsiccia e friarielli.

Pollo Chef. Bianca con bufala e pachino
Pollo Chef. Bianca con bufala e pachino
Pollo Chef. Salsiccia e friarielli
Pollo Chef. Salsiccia e friarielli

Decisamente buona anche la Marinara, la più semplice eppure la più difficile da ammaccare e che determina il vero valore di un pizzaiolo: quanto pomodoro? Basilico sì o basilico no?

Pollo Chef. Pizza marinara
Pollo Chef. Pizza marinara

Quella di Gian Paolo aveva a mio avviso una giusta proporzione di pomodoro ed origano, gradevole l’aggiunta di un po’ di basilico seppure per alcuni potrebbe apparire eretica come scelta rispetto alla tradizione.

Pollo Chef. Alveolatura pizza marinara
Pollo Chef. Alveolatura pizza marinara

Convincente anche la Montanara fritta e al forno “Starita style”: frittura giusta quindi topping con fior di latte, pecorino e pomodoro ed in forno per una manciata di secondi, adagiata nel ruotino.

Pollo Chef. Montanara fritta e al forno
Pollo Chef. Montanara fritta e al forno
Pollo Chef. Alveolatura montanara fritta e al forno
Pollo Chef. Alveolatura montanara fritta e al forno

Le 24h tutte a temperatura ambiente restituiscono una pizza altamente digeribile, senza strani problemi di sete notturna!
Sono convinto che se l’umiltà e la voglia di migliorarsi sempre rimarranno invariate, presto sentiremo parlare ancora di più di questo ragazzo.
Bravo, guagliò!

Un commento

  • Ivango

    (8 febbraio 2016 - 16:37)

    Piacevoli sorprese dietro l’angolo

I commenti sono chiusi.