Castellabate, Vineria Il Chiostro e sai dove andare

Letture: 233
Le scale del Chiostro, tutte in pietra

Via Duomo
Tel. 0974.967439 393.4726790
www.ilchiostrovineria.it
Sempre aperto fino a fine settembre. Poi aperto nei fine settimana Prezzo medio: 15/20 euro

Grazie al film Benvenuto al Sud Castellabate sta diventando il primo esempio di turismo minimamente professionalizzato del Cilento. Certo, le cose non vengono mai per caso, da anni ci sono ottimi operatori e le splendide spiagge aiutano la qualità, come pure l'ottimo recupero del centro su in collina e dei borghi.

La cucina di Napoli alla Vineria del Chiostro di Castellabate

In questi casi è sempre difficile orientarsi sul cibo. Il Cilento, diciamoci la verità, nonostante sia luogo dove è stata teorizzata la dieta mediterranea lascia davvero a desiderare sulla qualità media. Abbiamo infatti alcune grandi eccellenze e una mare di locali di infima qualità, privi di cultura prima ancora che di mestiere.

Il Chiostro, uno scorcio della vineria

Con nostra soddisfazione possiamo finalmente segnalare un indirizzo, se non di cucina almeno di un luogo dove trovare prodotti davvero tipici, intelligenza commerciale e tanta vivacità.
 

Il Chiostro, particolare della vineria

Il moto è Gianfranco Nappi, ex assessore all'Agricoltura della Regione Campania che ha trasferito la sua esperienza in questo settore passando dall'altro lato della barricata.
 

Il Chiostro, parmigiana fatta in casa

Trascorrete una paicevole serata in un bell'ambiente degustando sui taglieri la selezione Punta Licosa (salame sannita, salsiccia dolce e piccante, lardo di maialino nero, caciotta di Pertosa, caciocavallo degli Alburni). O i prodotti Slow Food (cacioricotta del Cilento, soppressata di Gioi, provolone del monaco, alici di menaica, capicollo di Gioi, carciofo bianco di Pertosa). O il gran tagliere dei formaggi solo di animali da pascolo.

Il Chiostro: spalmabile di capra, per iniziare

Sono infiniti: pecorino bagnolese, caciocavallo podolico, manteca, ragusano, provola delle Madonie, conciato romano, carmasciano e molti altri. Una segnalazione speciale per il gelato artigianale al latte nobile che viene dal Fortore, piccoli allevamenti di montagna dove le mucche mangiano solo fieno. Il sapore del latte di una volta, ora utilizzato anche da gelatieri come Scaramurè di Nola.

Il Chiostro, il piatto di salumi locali

Non solo enoteca ma anche, e soprattutto, un luogo dei sapori e della cultura, perché il territorio si racconta anche attraverso le tradizioni agroalimentari di un popolo

Il Chiostro, il piatto di caciotta fresca e caciocavallo stagionato 3 mesi

Pochi precedenti per questo percorso di vendita o degustazione che sa diventare enoteca, emporio, luogo d'arte, di mostre e di incontri culturali. Su tutto regna la presenza discreta dei padroni di casa, che accolgono i clienti come amici.

Il Chiostro, per chiudere: il gelato da latte nobile

Insomma, un posto giusto, un seme nella indolente e pressapochista realtà cilentana dove la natura regala emozioni indimenticabili.
La vineria è in un bel Chiostro,nomen omen, del '400 nel cuore di Castellabate paese su in collina. Lascerete l'auto al paercheggio in cima, vicino la zona pedonale e continuerete a salire alle spalle del municipio. Poi, sulla destra, le scale a scendere vi aguzzeranno l'appetito, in salita aiuteranno la digestione.

Il Chiostro Vineria a Castellabate

2 commenti

  • marella

    (22 agosto 2013 - 17:50)

    Bellissimo posto e prodotti ottimi!

  • marella

    (22 agosto 2013 - 18:13)

    bellissimo luogo e prodotti ricercati

I commenti sono chiusi.