Cerasuolo di Vittoria 2010 docg Planeta

Letture: 161
Cerasuolo di Vittoria con la trippa di Ciccio Sultano

Concedersi momenti di leggerezza in certe giornate difficili è una strategia indispensabile per rigenerare le proprie energie mentali. Anzi ci vorrebbero intere settimane vissute nella levità, permettendo al cervello di andare in vacanza. Niente libri, telefoni e pc spenti, parenti a debita distanza, il lavoro una minaccia da evitare.

Ma soprattutto è da schivare  il senso di responsabilità, quello che ti obbliga sempre a fare la cosa giusta, che poi risulta tale più per gli altri che per te stesso. Una musichetta stupida e allegra, come si usava negli anni del fascismo, quando la gente aveva proprio bisogno di rigenerare umori e paure. Magari A Zonzo interpretata dalla voce impeccabile di Ernesto Bonino oppure Ciribiribin cantata dalle star della radio italiana, il celeberrimo Trio Lescano. Un buon amico con il quale puoi permetterti di sparare una raffica di stupidaggini senza preoccuparti che poi lo vada a raccontare in giro. E ovviamente un buon bicchier di vino: leggiadro, di facile approccio, che vada un po’ con tutti senza grandi pretese. Il Cerasuolo di Vittoria  2010 di Planeta è proprio il vino giusto: versatile, agile, dal carattere semplice, ma mai banale. La sua trasparenza e luminosità nel bicchiere già inducono alla leggerezza. I profumi rievocano giovani ricordi tinti di ciliegia e melagrana. Al sorso si compiace pienamente del suo essere discreto, schietto e scivola veloce tra la lingua ed il palato. E’ succoso, di facile beva, fresco ed estremamente piacevole. E quel bicchiere in più ci aiuterà a spararla grossa.

Questa scheda è di Marina Alaimo

www.planeta.it

Un commento

  • filomena zerrilli

    (24 gennaio 2013 - 20:12)

    … da uve Nero d’Avola e Frappato…- vitigni autoctoni siciliani – Cerasuolo di Vittoria DOCG…13%vol. ..
    Mai dare per scontato le informazioni..
    Un vino piacevole.
    Grazie
    Filomena

I commenti sono chiusi.