Che Zeppola da Molina di Vietri a Salerno

3/9/2017 3.8 MILA
Che Zeppola - Gianluca Avallone
Che Zeppola – Gianluca Avallone

di Francesca Faratro

La zeppola di Molina di Vietri a Salerno. La famiglia Avallone, in attività dal 1960, è arrivata alla quarta generazione. Si iniziò con il bisnonno che, su un carrettino, proponeva le sue zeppole calde e fumanti proprio a Salerno poi, negli anni ’70, il primo format a Molina di Vietri.

Da qualche mese, anche Salerno gode del suo punto vendita, un’idea di Gianluca Avallone che porta avanti l’antica e segreta ricetta di famiglia (pensate che neanche alla fidanzata Anna sono stati svelati i trucchi “del mestiere”, nonostante lei insieme a sua cognata Teresa, aiutano Gianluca quotidianamente).

 

Che Zeppola - L'esterno del locale
Che Zeppola – L’esterno del locale

Morbido fuori e cosparso da una patina croccante avvolta da zucchero semolato, la zeppola è un must della Campania tanto che alcune famiglie hanno ideato la loro ricetta migliore per aprire un punto vendita incentrato solo sulla vendita, con relativa produzione, di questo lievitato fra i più amati da tutti.

Che Zeppola
Che Zeppola – zeppola

Nascono così, su questa scia innovativa, le zeppolerie, luoghi dove fermarsi per qualche minuto, ordinare la propria zeppola pagandola ad un prezzo molto competitivo e vedersi arrivare in un foglio di carta, con un lievitato dalle medie dimensioni che si differenzia da luogo a luogo per qualcosa che faccia la differenza.

Il format si chiama “Che Zeppola” e conserva la stessa formula di sempre: entri, ordini la tua zeppola, ne decidi la farcitura che può essere cioccolato scuro, bianco o entrambi e dopo qualche minuto che la zeppola si lascia friggere, ecco spuntare da una piccola fessura che collega il laboratorio, una ciambella fumante e che emana tutti i suoi profumi.

Ma come viene preparato questo antico e segreto impasto? Di certo sappiamo che viene preparato ogni giorno, sottoposto ad una prima lievitazione e successivamente adoperato per donare la classica forma. Finito questo processo, ogni singolo pezzo viene fatto lievitare e prima di essere calato nell’olio, schiacciato con le mani ed immerso in friggitrice per qualche minuto.

Che Zeppola - La divisione dell'impasto
Che Zeppola – La divisione dell’impasto
Che Zeppola - Le zeppole iniziano a prendere forma
Che Zeppola – Le zeppole iniziano a prendere forma
Che Zeppola - La lievitazione
Che Zeppola – La lievitazione

Quando la zeppola raggiunge la sua classica colorazione dorata, viene inserita in un contenitore pieno di zucchero bianco semolato e successivamente farcita secondo il proprio gusto – fra le varianti c’è la classica cioccolata alla nocciola, quella bianca, la crema al limone o quella al pistacchio.

Che Zeppola - La zeppola pronta e farcita con crema al cioccolato
Che Zeppola – La zeppola pronta e farcita con crema al cioccolato

A caratterizzare il lievitato di “Che Zeppola” è sicuramente la ricetta che non varia mai, quella che segue dagli albori del loro successo la famiglia Avallone per una zeppola croccante fuori e che all’interno non custodisce quel consueto ammasso di pasta – una sorta di involucro croccante dove la crosta prevale sull’interno che grazie alla buona lievitazione, sembra quasi non esserci.

Il prezzo, super competitivo e da interdersi anti-crisi, è di solo un euro per ogni zeppola; aggiungendo la farcitura invece, basterà aggiungere cinquanta centesimi.

Che Zeppola - L'insegna
Che Zeppola – L’insegna

Estrema leggerezza e grandi rimandi alla vaniglia che è protagonista di ogni morso: un prodotto destinato ai golosi di tutte le età, quelli che con una semplice zeppola, intendono cambiare dolcemente la loro giornata.

Che Zeppola
Via delle Calabrie, 91
Salerno
chezeppola@gmail.com
Aperti tutti i giorni dalle 17.30 alle 01.00

(venerdi e sabato fino alle 02.00)

Foto di Ciro Lo Russo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *