Chiaromonte, Basilicata. Le carni Primo Fiore

Letture: 117

Carni e salumi tradizionali del Pollino

Contrada Scala Magnano
Punto vendita
Piazza Viceconte, 10
Francavilla sul Sinni
Tel e fax 0973.577904
primofiore.arl@libero.it

Come arrivare Lasciare la Salerno-Reggio a Lauria, proseguire per 30 chilometri sulla superstrada in direzione Latronico. uscire a Francavilla sul Sinni.
Il Pollino è una delle zone del Sud nel quale la tradizione di carni e salumi non solo è molto antica, ma anche consolidata sul piano commerciale negli ultimi anni. Da due generazioni la famiglia Iannibelli è impegnata nella ricerca della materia prima e nella innovazione tecnologica:  subito dopo la guerra Nicola e la moglie Rosaria furono tra i primi nel Potentino ad adottare un sistema di refrigerazione per consentire l’offerta di carni sempre fresche nel primo spazio, nella piazza principale di Francavilla. Adesso la gestione aziendale è passata ai giovani Antonio e Policarpo che hanno fondato nel 2003 il laboratorio Primo Fiore nella vicina Chiaromonte. La loro materia prima è costituita da suini del territorio nutriti solo con cereali, il peperone rosso di Senise chiamato zafaren (crusch quando è secco) dolce e piccante, i semi di finocchietto selvatico. La carne viene lavorata a punta di coltello: prosciutti, salumi, soppressate, pancetta sono naturali e non hanno aggiunta di conservanti: così la grande tradizione lucana continua grazie a questi giovani interpreti impegnati in una zona fantastica, ancora fuori dai grandi circuiti di massa e per questo ancora molto più affascinante. Dopo l’acquisto potete fare una puntata gastronomica alla vicina Fontana del Tasso o al non lontano Palazzo dei Poeti nella rabatana di Tursi, il paese delle arance. E sul ritorno percorrendo la parallela Val d’Agri, fermarvi a Moliterno per il canestrato e a Sarconi per i fagioli.