Coda di Volpe 2006 Taburno doc

Letture: 32

FATTORIA LA RIVOLTA

Uva: coda di colpe
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Questo vino è oggetto di un siparietto continuo fra me e Paolo Cotroneo perché, come tutti i produttori, è concentrato soprattutto sull’Aglianico e gli altri bianchi mentre io lo presento sempre come produttore di Coda di Volpe. Vero è che anche io ho le mie fissazioni e alcune cose mi piacciono a prescindere perché sedotto dall’idea, per esempio quando una cantina mi mette sotto il naso il Coda di Volpe immediatamente cattura la mia attenzione, mi comporto come una donna con le vetrine. Stavolta però il giudizio è assoluto, frutto di una degustazione coperta e combattuta dalla quale l’annata 2006 di Paolo ha sbancato letteralmente, soprattutto se pensate al fatto che costa meno di 5 euro. L’unica controindicazione, ma è un problema non molto avvertito in Campania, non ha lunghe possibilità di evoluzione negli anni, meglio aprirla e berla dopo due o tre vendemmie. Vi dico anche che questo bianco è solo la punta di un iceberg di una stagione bianca difficilmente ripetibile in un’azienda a stretto giro, Falanghina e Fiano sono infatti alle stelle, il Sannio in questo momento ha i vini un passo avanti agli irpini dal punto di vista evolutivo. Un bicchiere fantastico, intenso, persistente, floreale e minerale, in bocca ha note di frutta bianca ben matura e una punta di agrumato estremamente rinfrescante, bella grassa, lunga, in ottimo equilibro con l’alcol che soddisfa la beva appagandola completamente in attesa dell’immediato ritorno del bicchiere. Da consumare su piatti importanti, come un raviolo bianco al tartufo nero di Bagnoli terroso e selvatico, oppure sulla zuppa di cicoriette e patate di Valleverde ad Atripalda. Ancora sui pesci grassi come la cernia, su qualche formaggio pecorino di media stagionatura o su tutti quelli a pasta filata. Un affare, ventimila bottiglie da portare subito a casa e incorniciare.

Sede a Torrecuso, Contrada Rivolta. Tel. 0824.872921. Fax 0824.884907. www.fattorialarivolta.com pcontron@tin.it Enologo: Angelo Pizzi. Ettari: 25 di proprietà. Bottiglie prodotte: 100.000. Vitigni: aglianico, piedirosso,falanghina, fiano, greco.