Coda di Volpe 2007 Irpinia doc Masseria Murata

Letture: 131
Coda di volpe 2007 Masseria Murata (Foto Lello Tornatore)

Che effetto può fare bere il Coda di Volpe 2007 dopo una batteria di sei Fiano di Avellino che ci hanno accompagnato dal 2012 alla stessa annata? Questo: capire che non siamo affatto in presenza di un bianco minore rispetto al fantastico tridente campano, bensì di un mondo ancora tutto da esplorare e da scoprire.

Quale azienda migliore di Masseria Murata? Siamo a Mercogliano proprio di fronte alla splendida Abbazia di Loreto sede di spettacolari concerti estivi dove si vendono prodotti agricoli irpini. Qui la famiglia Argenziano, storicamente insediata da molte generazioni in questo territorio, ha da sempre coltivato questo vitigno ed è proprio da qui che veniva acquistate le uve dalle aziende che per prime lo hanno lanciato in purezza ormai oltre vent'anni fa.

Abbiamo avuto occasione di provare spesso Coda invecchiati e alcuni ci hanno lasciato piacevolmente choccato. Il 2007 è stato presentato a sorpresa da Gianluca dopo una splendida serata a Masseria Murata nel corso della quale per la prima volta sono stati assaggiate tutte le annate imbottigliate.

I fratelli Argenziano hanno sempre regalato grandi bianchi ma secondo me hanno commesso l'errore di non credere fino in fondo a quella che invece è proprio la loro specificità, ossia essere antichi produttori di Coda di Volpe. Vero, il mercato non recepisce questo vitigno, ma in questo mondo globalizzato il modo migliore per resistere è proprio non inseguire le mode, ritagliarsi una nicchia nella quale nessuno può pensare di sosturivi.

La materia prima del 2007 è davvero fantastica, integra, un frutto pieno, ricco, fresco, che con il passare del tempo nel bicchiere aumenta di intensità. In bocca il vino ha la sua complessità e colpisce davvero le possibbilità di abbinamento. Noi l'abbiamo goduta su una pasta e fagioli in bianco e dei fusilli avellinesi con il pesto di Margheria, mamma di Antonio e Gianluca, e l'abbiamo trovato al top.
Bevete Coda di Volpe, un vino che ben si adegua alle paste con i legumi, alle pizze in bianco, alle portate di pesce ben strutturate.

Sede a Mercogliano. Via Loreto Vecchio, 2 Tel. 0825.788311 ww.masseriamurata.it Ettari: 8 di proprietà Bottiglie prodotte: 50.000 Prezzo: sui 7 euro in enoteca Vitigno: coda di volpe