Coda di Volpe: le migliori dieci della Guida del Mattino

Letture: 120
Vincenzo Mercurio e Paolo Cotroneo

Ancora una top ten 2013 : stavolta con la magnifica Coda di Volpe. Le prime dieci della Guida Mangia&Bevi del Mattino

___________________________________________

1-Coda di Volpe 2012 Sannio dop, Fattoria La Rivolta
_______________________________________

Per noi è sempre stata il Coda più buono, nonostante sia passato di mano tra due enologi nel corso degli anni.  Un bianco di spettacolare performance, longevo oltre ogni aspettativa, fresco e ampio. Dunque, bevetelo e conservatelo.
Voto 90/100
www.fattorialarivolta.it

_________________________________

2-Coda di Volpe 2010 Irpinia doc, Perillo
______________________________

Un esempio di aderenza territoriale: un produttore che lavora solo questo bianco senza acquistare uve di fiano e di greco . E che bianco: la dolcezza olfattiva è di frutta bianca matura con allungo fumé, in bocca è piena, matura.

Voto 88,5/100

____________________________

3-Coda di Volpe 2012 doc, Di Prisco
__________________________

I bianchi di Pasqualino Di Prisco sono sempre una sorpresa piacevole: c’ è attenzione e capacità di attendere. Anche la Coda di Volpe va sempre aspettata un po’. Buona frutta al naso e in bocca, sapidità e buon corpo fanno da corredo.

Voto 88/100
www.cantinadiprisco.it

________________________________
4-Paski 2011 Campania igt, Cantina Giardino
________________________________

Qui è la versione estrema dei vini naturali, lunga macerazione sulle bucce, niente filtro. Una versione didattica, che riporta sicuramente alla mente gli antichi bianchi contadini a cominciare dal colore. In bocca è lungo e sapido.

Voto 87,7/100
www.cantinagiardino.com

_______________________________________

5-Coda di  Volpe 2011 Sannio doc, Oppida Aminea
____________________________________

La famiglia Muratori ha capito che l’anima della Campania è il bianco. Dalla tenuta sannita ne escono alcuni molto buoni. Il Coda 2011 è uno dei più riusciti di sempre: fresco, sapido e minerale, con buon allungo finale. Dissetante.

Voto 87,5/100

www.arcipelagomuratori.it

__________________________________________________________

6-Bianco di Bellona 2012 Coda di Volpe Irpinia doc, Tenuta Cavalier Pepe
_____________________________________________________

Nessuna azienda più di questa condotta da Milena Pepe crede nella Coda di Volpe. Talmente bianco di territorio da essere piantato con decisione. Il bianco esprime frutta bianca matura, freschezza e sapidità. Lungo e molto piacevole.

Voto 87/100
www.tenutacavalierpepe.it

______________________________

7-Coda di Volpe Sannio 2012 doc, Ciabrelli
___________________________

Decisamente di alto profilo da qualche anno i bianchi di Tonino Ciabrelli: freschi, lunghi, di buon corpo, dai sentori tipici, senza dolcezze. Anche questo non fa eccezione e si dimostra come una delle migliori esecuzioni di sempre.
Voto 86,8
www.ciabrelli.it

________________________________________

8-Coda di Volpe 2008 Irpinia doc, Masseria Murata
_____________________________________

Pochi sanno che la famiglia Argenziano è stata una delle prime aprodurre l’uva coda di volpe sin dalla fine degli anni ’80. Questa bottiglia conferma la buona lena dell’annata per i bianchi campani, buona la freschezza, tipico il naso.
Voto 86,7

www.masseriamurata.it

_____________________________________

9-Coda di Volpe 2012 Irpinia doc, Donnachiara
__________________________________

Il Coda di Volpe, lavorata in acciaio, mostra una buona tensione al palato, secca e fresca oltre che decisamente sapida, mentre al naso ha un esubero di fruttato dolce che inizialmente devia l’attenzione. La chiusura è amara, precisa e pulita.

Voto 86,5/100
www.donnachiara.it

___________________________________

10-Coda di Volpe 2012 Campania igt, Di Meo
_________________________________

Sin dai primi anni Roberto Di Meo ha avuto un’occhio di riguardo alla Coda di Volpe utilizzando uva di Salza Irpina, Montemarano e Manocalzati coltivata tra i 500 e i 550 metri. L’esecuzione, solo in acciaio, è molto gratificante in bocca, dove è sottile e fresca, secca e scattante. Un bianco sottile ed elegante.

Voto 86/100

www.dimeo.it