Colatura di alici di Cetara, adesso c’è quella millesimata di Acquapazza!

Letture: 255
La colatura di alici di Acquapazza

Quando la conobbi era solo uno strano liquido ambrato conservato delle bottigliette da succhi di frutta che i pescatori e gli abitanti di Cetara si facevano in casa e che regalavano al papà medico di un mio compagno di scuola.

Poi, all’inizio degli anni ’90 Gennaro Castiello e Gennaro Marciante sdoganarono per primi la colatura di alici in un locale pubblico. Beh, più che altro erano solo due tavoli ricavati in un ex deposito di attrezzi da pesca e una cucina a vista perché non c’era spazio. Ma come, gli chiedeva lo zio incredulo, la gente davvero paga per mangiare la colatura?
Si, proprio così: prima sugli spaghetti, poi piano piano si è scoperta la funzione di esaltatore di sapore. Provatene a mettere un cucchiaio nella zuppa di lenticchie, tanto per fare un esempio, e scoprirete gli effetti benefici sul gusto.

Da allora il duo Gennaro&Gennaro ne ha fatta di strada, l’Acquapazza, lanciata da un articolo di Davide Paolini sul Sole24 nel 1995, ha fatto conoscere a tutta l’Italia la colatura di alici.

 

Gennaro Castiello e Gennaro Marciante

Oggi il locale si è ulteriormente impreziosito con un tavolo imperiale per le occasioni speciali, ma lo spirito scanzonato, sexy e romantico, resta tutto.
Esce la colatura di alici millesimata, quella della foto, ossia messa in bottiglia nella estate 2011  dopo la sboccatura di fine anno che avviene proprio in questi giorni, e venduta adesso. Già, perché la colatura ben fatta, un po’ come l’aceto balsamico, ama il caldo e il tempo, maturando sentori sempre più complessi e profondi.
Provare per credere!

Cosa è la colatura di alici di Cetara

Il ristorante Acquapazza di Cetara

 

3 commenti

  • Francesco Mondelli

    (12 dicembre 2012 - 15:58)

    A precisa domanda ecco puntuale la risposta che aspettavo da tempo.grazie.FM.

  • Sabino

    (1 gennaio 2013 - 11:43)

    bbona, ci piace !
    e ci piace talmente tanto che l’abbiamo detto anche alla tivvù !
    ;-)

    http://www.youtube.com/watch?v=q9c3Rgtgdbo&feature=share&list=PLA7iWYreWuOr-ify_AKHaBEnL44MMNkRo

  • VV

    (18 giugno 2013 - 14:25)

    Mio padre nel ’92 la proponeva a Roma nello storico quartiere Monti, al Quadrifoglio, apprezzatissimo ristorante di cucina partenopea nella capitale!!! (vedi guide di quegli anni)

I commenti sono chiusi.