Colle Imperatrice 2011 Falanghina dei Campi Flegrei doc

Letture: 174
Falanghina Colle Imperatrice
Falanghina Colle Imperatrice

CANTINE ASTRONI
Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La novità degli ultimi anni è che anche la Falanghina dei Campi Flegrei invecchia molto bene, anzi, si eleva. Certo, siamo perfettamente consapevoli che per la stragrande maggioranza della popolazione il vino bianco non andrebbe bevuto oltre un anno della vendemmia.
Diamo però per scontato il fatto che il pubblico degli appassionati italiani ormai conosce le potenzialità del fiano e del greco. Sono invece ancora pochi adepti a sapere che anche la Falanghina del Sannio e dei Campi Flegrei ha ottime evoluzioni con il passare degli anni.
Anche qui si inizia ad aspettare, almeno per alcune etichette, un po’ di tempo ed è proprio questa operazione che consente di apprezzare le bottiglie senza mettersi a fare la rincorsa del prezzo.

L’ennesima verifica sul campo da questa Falanghina 2011, annata molto buona che invece sta regalando enormi soddisfazioni agli appassionati dei bianchi campani. Un vino che nasce in vigna, nell’ambito del processo di riqualificazione aziendale che è stato fatto da Gerardo Vernazzaro nel corso di questi ultimi anni e che adesso si sta delineando bene con il tridente bianco (Colle Imperatrice, Vigna Astroni e Strione).
Colle Imperatrice 2011, ancora la vecchia etichetta, si è presentata al naso in maniera entusiasmante, bellissima polpa di pera bianca avvolta in un accenno fumé e di idrocarburo, fresca al palato, lunga e con una chiusura precisa e pulita.
La voglio adesso, sto salivando.

Sede a Napoli, via Comunale Sartana, 48. Tel. 081.5884182. www.cantineastroni.com Ettari: 15 di proprietà. Bottiglei prodotte: 350.000.