Colle Rotondella 2009 Piedirosso Campi Flegrei doc, vino e ragù |Voto 85/100

Letture: 59

Colle Rotondella 2009 di Cantine Astroni

Vista: 5/5. Naso: 22/30. Palato: 23/30. Non Omologazione 35/35

Forse nessuna azienda crede tanto nel Piedirosso come Cantina Astroni, la storica azienda della famiglia Varchetta che ha vigna proprio sul bordo del cratere. Gerardo Vernazzaro, nipote di Giovanni scomparso pochi mesi fa dopo una vita spesa al lavoro, ha rilanciato questo vitigno su un spettacolare vigneto da cui si gode in un solo colpo d’occhio l’Inferno di cemento che ha distrutto i Campi Flegrei e il Paradiso di una natura non doma, confine di terra e di mare tenuto insieme dalla lava.


Paradiso sono anche queste vigne sui Camaldoli a 400 metri di altezza gestite in conduzione biologica che visitiamo una domenica insieme ai colleghi dell’Arga e all’Ais Napoli.
Da qui esce un vino squisito, assolutamente conveniente per chi compra, visto che franco cantina si aggira sui 5 euro. Ma se bottiglie di zone dalla viticoltura intensiva e inventata venivano vendute a 30, 50, anche 80 euro, quanto dovrebbe valere il rosso prodotto con l’uva di Napoli su terreno sabbioso e argilloso, un vitigno che neanche arriva a 40 quintali di resa per ettaro?

Lo splendido vigneto sui Camaldoli

Pezzo da collezione, insomma, buono per le tasche di tutti, che a un anno e mezzo dalla vendemmia ha trovato il suo equilibrio, geranio e frutta rossa, sapidità, freschezza e, ovviamente, tannini morbidi viste le caratteristiche del Piedirosso.
Lo spendiamo su peperoni e ragù messo a pippiare il giorno dopo per condire ziti spezzati a mano: un matrimonio classico e intramontabile della cultura gastronomica napoletana. Difficile concepire qualcosa di più equilibrato e perfetto, confine tra terra e mare, ma anche tra cibo e vino.

Il versante della collina piantato a piedirosso

Il Piedirosso, come ha dimostrato una recente degustazione Slow Food svolta a Tenuta Montelaura, è sicuramente un vino moderno grazie alla leggerezza e alla finezza, alla sua bevibilità e abbinabilità con il cibo. Godetelo, voi che avete la fortuna di berlo perché lo producono proprio a casa vostra.

NAPOLI
via Sartania 48
Tel. 081.5884182. www.cantineastroni.com
Enologo: Gerardo Vernazzaro Ettari: 13 di proprietà Bottiglie prodotte 300.000
Prezzo: 5 euro

2 commenti

  • Denny

    (24 febbraio 2011 - 08:18)

    Che spettacolo della natura, di cucina e sicuramente di vino, peccato non avere la fortuna di trovarlo facilmente al nord….

  • giulia

    (24 febbraio 2011 - 09:22)

    si trova si trova , basta chiamare in azienda….

I commenti sono chiusi.