Compagni di blogger a favore dell’Emilia: 7-la torta di riso antica

Letture: 161
Torta di riso antica

Ecco la penultima ricetta dell’iniziativa di Compagni di Blogger a favore delle popolazioni terremotate dell’Emilia.

Lunedì scorso, con Teresa e Daniela, ha preso il via la staffetta di solidarietà a favore della Lucciola, duramente colpita dal recente sisma in Emilia.  Martedì  è stata la volta di Tina e Caris, e ieri, Sonia e Sara hanno lasciato a me il testimone.  Quella che vi presento oggi, è una ricetta antica, preziosissima, che appartiene da generazioni alla nostra amica e “compagna di blogger” Daniela che, con grande generosità, pubblicò alcuni anni or sono sul forum di Gennarino!   Quando ho visto la sua torta e letto la ricetta trascritta su un foglio di carta, ingiallita dal tempo e con grafia elegante per mano della sua nonna, è stato amore a prima vista!

Foto di Daniela Paglia

Immaginavo avrei avuto grosse difficoltà a reperire nella mia zona il liquore Sassolino, ed in effetti, a nulla sono valse tutte le mie ricerche!  Per fortuna Daniela è corsa in mio aiuto e su suo consiglio ho sostituito l’introvabile Sassolino con del liquore all’anice, a suo dire molto somigliante nel gusto. Nella ricetta viene riportato l’utilizzo di “pasta condita” senza però fare cenno alle dosi per prepararla, dopo aver scoperto che si fa riferimento ad una comune  pasta frolla, ho deciso di utilizzare la ricetta di Montersino. Il risultato finale è stato favoloso ed ho fatto benissimo a seguire il mio istinto! Quando farete questa torta, rimarrete deliziati dalla sua delicata consistenza e dal suo incredibile sapore, dolce al punto giusto e per nulla stucchevole!

Ingredienti:

170 g di riso originario

250 g di acqua leggermente salata

500 ml di latte

un pezzetto di scorza di limone (da cuocere assieme al riso)
la buccia di un limone grattugiata

85 g di mandorle dolci

25 g di mandorle amare

5 uova

140 g di zucchero

1 bicchierino e mezzo di Sassolino

Per la pasta frolla – Luca Montersino

250 g di farina 00

150 g di burro morbido

100 g di zucchero a velo

40 g di tuorli

1 pizzico di sale

scorza di limone grattugiata q.b.

semini di 1/2 bacca di vaniglia

Preparate la pasta frolla mescolando la farina e il burro a pezzetti con la punta delle dita, unite il sale, i semini di vaniglia, aggiungete lo zucchero a velo e i tuorli, impastate velocemente, formate una palla e avvolgetela con pellicola alimentare, trasferitela in frigorifero per mezz’ora.

Trascorso il tempo, rivestite con l’impasto una teglia imburrata di 26 cm di diametro e riponetela di nuovo in frigorifero, nel frattempo preparate il ripieno.

Fate cuocere il riso in 250 gr di acqua leggermente salata, aggiungendo, quando questa e’ evaporata, mezzo litro di latte bollente e un poco di scorza di limone intera, fino a che il riso sia diventato morbido e il latte cremoso. Nel frattempo,  tostate le mandorle e tritatele finemente. A cottura ultimata, eliminate la scorza di limone e versate il riso in una terrina.

Aggiungete lo zucchero, le mandorle e lasciatelo raffreddare, intanto montate gli albumi a neve.

Battete leggermente i tuorli ed uniteli al riso oramai freddo, profumate con il liquore e la buccia di limone grattugiata, unite infine con molta delicatezza gli albumi montati a neve.

Versate il ripieno nella teglia e trasferite in forno preriscaldato a 160° per circa un’ora.

Sformatela nel piatto di portata appena è tiepida e spolverate la superficie con zucchero a velo.

Ed ecco il vino da abbinare a questa splendida torta suggerito da Luciano Pignataro! :-)

“Per questa preparazione dolce e delicata propongo Malvasia&Moscato dell’azienda Carra di Casatico di Langhirano. Il nome è già tutto un programma: si tratta di un mosto parzialmente fermentato e fermentato in autoclave. Profumato, dolce e fresco è l’accompagnamento ideale per questo piatto.”

.…e non finisce qui, non perdetevi domani il post di Pasqualina e le sue “Frittelle di baccalà con l’anima”!

Domani venerdì 29 ultima tappa:Pasqualina con le frittelle di baccalà con l’anima: http://pasqualinaincucina.blogspot.it/