Compriamo una pizza virtuale per sostenere Gino Sorbillo

Letture: 147
Sarah e Gino a Vico lo scorso anno

Rilanciamo volentieri l’iniziativa dell’amica Sarah Scaparone per sostenere la riapertura della pizzeria Sorbillo seriamente danneggiata dal fuoco

Dal Piemonte a Napoli: una pizza virtuale per Gino Sorbillo. Mandiamo il prezzo di una pizza (virtuale) per fare un fondo (reale) per aiutare la riapertura dello storico locale di Gino in via dei Tribunali che ha preso fuoco nella notte tra giovedì e venerdì. Ecco l’Iban: IT82Y0303203414010000001252 intestato a Giattan Srl.

14 commenti

  • Marcello

    (28 aprile 2012 - 09:42)

    L’iniziativa dal punto di vista umanitario e’ lodevole, ma Sorbillo non si puzza certo di fame, al contrario in Italia ci sono tante famiglie che di questi tempi non arrivano manco a fine mese, aiutate loro piuttosto…

  • katia

    (28 aprile 2012 - 10:05)

    Anche un mio amico giorni fa ha perso il suo negozio per un incendio,doloso o colposo nn si sa….resta il fatto ke questo mio amico nn ha ki lo aiuta…giovane e senza padre, a settembre aveva deciso di sposarsi, grazier soprattutto agli introiti di questo negozio…che ne dite di aiutare lui???

  • marcello famiglietti

    (28 aprile 2012 - 10:06)

    Sono d’accordissimo con l’iniziativa e provvedo subito a fare il versamento. D’altronde avevo già proposto di andare direttamente a comprare le pizze da asporto e portale a casa. Sorbillo è un’istituzione e contribuire alla ricostruzione è anche un fortissimo segno contro la criminalità che con vigliaccheria ha cercato di colpirlo.

  • Marco Contursi

    (28 aprile 2012 - 10:12)

    L incendio non è doloso e prima di raccogliere soldi sarebbe il cado di capire se come credo c è una assicurazione perché in quel caso non avrebbe senso raccogliere soldi che comunque come Marcello credo Gino abbia essendo un imprenditore affermato mentre é molto meglio aiutarlo comprando le sue ottime pizze dovunque le faccia mentre aggiusta il locale.

    • katia

      (28 aprile 2012 - 10:15)

      Sono d’accordo…non penso che unas pizzeria come Sorbillo non abbia un’assicurazione

  • marcello famiglietti

    (28 aprile 2012 - 10:24)

    Fatto ho comprato la mia pizza virtuale invito tutti a fare altrettanto.

  • luciano

    (28 aprile 2012 - 10:32)

    Certo che non è che Gino abbia bisogno di soldi, ma l’Aiuto morale, quindi Simbolico dell’Operazione, gli darà sicuramente più Stimoli e Volontà, anche se conoscendolo, ha già lavorato tutto il giorno e la Notte per poter Aprire al più presto.All’amico che scrive sopra dico che purtroppo l’Incendio potrebbe essere Doloso, visto il servizio su Rai 3 di Stanotte, quindi, deve essere ancora più forte il nostro aiutoLlasciamo i Moralismi e rimbocchiamoci le maniche, inviando seppur un minimo aiuto economico, per dimostrare che anche a chi lo ha voluto Abbattere, Noi siamo con lui e lotteremo per coloro che vogliono distruggere chi lavora Onestamente!!!!Forza Gino, siamo tutti con TE!!!!!

    • Bruno

      (28 aprile 2012 - 13:45)

      …contro coloro che… Suona meglio!

  • Nicola

    (28 aprile 2012 - 10:48)

    Gino è un ragazzo umile, lavora e ha lavorato tanto per lui e per gli altri, ha contribuito con le sue pizze gourmet a valorizzare la gatronomia fatta con i prodotti tipici Campani, chi meglio di questi talenti che portano in giro per il mondo le nostre eccellenze agroalimentari?
    Il Comitato dei Promotori della IGP Cipolla Ramata di Montoro condivide l’iniziativa dell’amica Sarah Scaparone per sostenere la riapertura della pizzeria Sorbillo seriamente danneggiata dal fuoco, lunedi, provvederemo.
    Noi produttori siamo con te.

  • Raffaele

    (28 aprile 2012 - 12:52)

    Un’iniziativa come questa è sempre lodevole: parteciparvi è lasciato alla scelta di ciascuno; chi non intende partecipare è assolutamente libero di farlo, ma non trovo giusto criticare chi vuole aderire. Non conosco le persone che, come da post precedenti, hanno perso anche loro il negozio per un incendio: se le conoscessi, non mi tirerei indietro ad acquistare anche i loro “prodotti virtuali”. Questo è un brutto momento per tutti: aiutiamoci tra noi senza avere troppe remore…

    • Bruno

      (28 aprile 2012 - 13:49)

      Suvvia Katia, presentalo alla comunità di questo portale. In fondo, un bonifico o altre operazioni sociali si possono impastare anche per egli.

  • Luciano Furia

    (28 aprile 2012 - 20:08)

    Bella iniziativa Sarah!
    E concordo completamente con Luciano (Pignataro) che a prescindere dalle cause – ancora da accertare con certezza – dell’incendo è il gesto morale che conta proprio er testimoniare la nostra vicinanza chi lavora dalla mattina alla sera, e poi dalla sera alla mattina, per migliorare anche l’immagine di Napoli.
    Stamattina in pizzeria erano in tanti che già stavano lavando le mura, rinforzando le travi e facendo tutto il possibile per ripristinare il locale.

    (PS: x Sarah mi ricordo bene quella foto che feci a te e Gino l’anno scorso al Bikin !!! http://www.facebook.com/photo.php?fbid=2040222615377&set=a.2040212695129.124638.1538655499&type=3&theater)

  • laura rangoni

    (29 aprile 2012 - 10:34)

    Perdonate il mio cinismo: preferisco aiutare Gino, che è un amico, piuttosto che un perfetto sconosciuto, per quanto possa dispiacermi per le disgrazie altrui. è a questo che servono gli amici, e SI VEDONO NEL MOMENTO DEL BISOGNO

  • francesco

    (2 maggio 2012 - 18:22)

    rimango anche io per la prima volta scettico di quanto proposto da Luciano sul blog, proporre un collettone lo trovo x lo mone fuori luogo.

I commenti sono chiusi.