Concluso il 21° Congresso Nazionale dell’Associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe

Letture: 128

Si è appena concluso il 21° Congresso Nazionale dell’Associazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe. Gli associati, riunitisi il 24 Marzo in assemblea, hanno fatto il bilancio al termine dell’anno solare.
L’assemblea si è aperta con i saluti del Presidente italiano Andrea Sarri e del vice Presidente Marco Parizzi, che hanno introdotto un ospite d’eccezione: il Presidente Internazionale JRE Ramón Dios Barberia.

Dopo la presentazione dei partners dell’Associazione, tra cui la Guido Berlucchi, Electrolux, Marchesi Antinori, Grana Padano, Frantoio di San’Agata di Oneglia, Pilsner Urquell, Selecta e American Express, gli associati si sono confrontati sui progetti appena conclusi.
Si è aperta poi la conferenza stampa durante la quale sono state presentate le nuove attività 2014/2015 dei Jeunes Restaurateurs d’Europe. Subito dopo, l’investitura del nuovo Associato JRE 2014: Paolo Trippini del Ristorante Trippini di Civitella sul Lago, Umbria, a cui è stata consegnata la targa JRE e la prestigiosa giacca, simbolo dell’appartenenza all’Associazione.
Il presidente Andrea Sarri e il direttore di AD Ettore Mocchetti hanno mostrato in anteprima le immagini della nuova guida JRE, realizzata in collaborazione con AD e Massimo Pisati, il fotografo che ha realizzato i nuovi e singolari ritratti degli chef associati. La guida, che avrà una tiratura di 120.000 copie, uscirà ad Aprile nelle edicole in allegato alla rivista AD.
Non solo operazioni di visibilità ma anche tante attività nell’ambito del sociale: “Jeunes Restaurateurs d’Europe non è un’Associazione a scopo di lucro” afferma il presidente Andrea Sarri: “tutti i ricavati vengono reinvestiti in altre attività sociali, culturali e nel rifinanziamento dell’Associazione stessa”. 21° CONGRESSO
Jeunes Restaurateurs d’Europe
È stata anche dichiarata dal Presidente Sarri la volontà di iniziare una collaborazione con
IN_Opera, la cooperativa dedicata al sociale di Milano che si occupa della rieducazione dei carcerati della casa di reclusione di Opera, insegnando loro un mestiere. Il progetto BUONO, all’interno della cooperativa, mira alla formazione di mestieri artigianali, partendo da quella del panificatore. Il pane, così come gli altri prodotti alimentari che saranno presto realizzati,
è lavorato dai panificatori del carcere, con il lievito madre giornalmente.
È stata raccontata per la prima volta, un’altra importante attività culturale JRE nell’ambito dell’istruzione. E’ stata infatti istituita una borsa di studio, in collaborazione con la scuola professionale alberghiera pubblica di Stresa, l’Istituto I.I.S Maggia. Allo studente vincitore, uno stage di sei mesi, internazionale e pagato all’interno di uno dei ristoranti europei dell’Associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe.
Insieme al partner Marchesi Antinori, Jeunes Restaurateurs d’Europe ha presentato in anteprima “PROTAGONISTI DELLA SALA”: un concorso che vuole valutare i professionisti di sala dei ristoranti JRE. Ogni ristorante indicherà il proprio candidato che verrà valutato dai clienti, da una giuria selezionata e da mystery guests. La votazione si concluderà a Luglio e la premiazione si svolgerà in autunno nella tenuta del Castello della Sala Antinori in Umbria.
Al termine della conferenza stampa si è tenuta un’interessante tavola rotonda: “Chef e imprenditoria un’opportunità solo maschile?”. Il vivace dibatto, moderato dalla giornalista e storica delle donne Valeria Palumbo, ha visto protagoniste due chef JRE, Marianna Vitale e Iside De Cesare che si sono confrontate con quattro imprenditrici di successo: Marina Colombo,
Rina Menardi, Cristina Nonino e Cristina Ziliani.
La rituale cena di gala si è tenuta a Palazzo Lana Berlucchi. Alcune tra le chef donna JRE hanno interpretato il menu tratto dal film Il Pranzo di Babette: Anna Matscher, Marianna Vitale, Aurora Mazzucchelli, Carla Aradelli, Nadia Moscardi e Fabrizia Meroi hanno proposto, reinterpretandole, le famose portate della storica pellicola.

JRE ITALIA: www.jre.it