Cooking Lab del Gambero Rosso da Gourmeet

Letture: 1075
Giuseppe Medici, Antonella Polito, Paolo Cuccia, Serena Maggiulli, Antonio Lucisano
Giuseppe Medici, Antonella Polito, Paolo Cuccia, Serena Maggiulli, Antonio Lucisano

di Dora Sorrentino

Per chi aveva nostalgia di corsi di cucina in città, senza dover raggiungere altre mete o province, sarà accontentato. Da Gourmeet arrivano i corsi di Città del Gusto del Gambero Rosso. Il progetto si chiama Cooking Lab, un nuovo spazio informativo e di intrattenimento enogastronomico. Appassionati di ogni età potranno approfondire teoria e tecniche che riguardano il mondo della cucina. I corsi si svolgeranno all’interno dell’Osteria di Gourmeet e saranno tenuti dai docenti del Gambero Rosso.

La cucina dove si terranno i corsi del Cooking Lab
La cucina dove si terranno i corsi del Cooking Lab

Alla presentazione del Cooking Lab c’erano i due partner di Gourmeet, Antonio Lucisano e Giuseppe Medici, il presidente del Gambero Rosso, Paolo Cuccia, e la chef Laura Ravaioli, una dei docenti di maggior spicco del Gambero Rosso. Il calendario dei laboratori partirà il 3 Ottobre con l’Abc della cucina. Tutti i corsi sono rivolti a grandi e piccini, in particolare il sabato e la domenica sono previsti laboratori didattici che avvicineranno i più piccoli al mondo della gastronomia di qualità. Non solo, è stata avanzata la proposta di allargare l’offerta formativa anche alle scuole ed anche ai turisti, visto che Gourmeet si trova in una posizione strategica, perché vicino alle più importanti strutture alberghiere della città. «C’era bisogno di un polo delle scuole del Gambero Rosso in pieno centro – ha spiegato Paolo Cuccia – e Gourmeet è non solo in una posizione perfetta, ma all’interno possiede una struttura da far invidia alle migliori scuole di cucina del paese». Gourmeet ha aperto da appena un anno e mezzo ed è un progetto in continuo fermento: abbiamo visto crescere la propria offerta gastronomica, scegliendo il meglio della qualità, partendo dalla bomba di Niko Romito, passando per la gelateria artigianale, fino ad arrivare all’osteria curata da Antonio Tubelli. «I corsi di cucina ci mancavano, – ha dichiarato Antonio Lucisano – ci sono tanti progetti da intraprendere e tanta energia positiva da veicolare in questa città che di certo non ci fermeremo qui».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>